Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 12367 del 27 giugno 2007 delle ore 15:41

Lettera aperta al sindaco di Cairo Montenotte

Caro Fulvio,
Alla fine di un consiglio comunale di ordinaria amministrazione, quasi noioso,a parte il lieve contrasto con la consigliera Germano, hai lanciato la “castagnola” della depotenzializzazione dell’ospedale di Cairo.
Giusta e ineccepibile la tua reazione, giusta e ineccepibile l’idea di una mobilitazione che contrasti la decisione specifica (e non sono soltanto indiscrezioni; basta scorrere la proposta del riordino della rete ospedaliera e il piano sanitario regionale) del ridimensionamento del presidio sanitario cairese, ma è nostra opinione che a Cairo, come a Pietra Ligure come a Sestri ponente, e come in altri presidi sanitari liguri valga il detto che se indichi la luna, finisce che tutti guardano il dito.
Ed è così in effetti. Ci si preoccupa delle conseguenze senza guardare le origini del disastro.
Noi del Partito comunista dei Lavoratori siamo stati presenti, e saremo presenti e al fianco di tutti coloro che non solo difendano i presidi sanitari esistenti, ma sosteniamo altresì che per ottenere risultati concreti occorre saldare un movimento complessivo regionale che non renda esecutivo il piano sanitario regionale.
Montaldo e soci hanno deciso di modificare il sistema di assistenza sanitario pubblico, in nome di un fittizio risparmio economico che, senza tenere in alcun conto le esigenze del cittadino, come utente del SSN lo considera come un cliente, nemmeno tanto importante.
In buona sostanza si agisce come un tempo agivano i chirurghi che per evitare la cancrena ad un piede ti tagliavano tutta la gamba . Così per sanare buchi, sopperire a carenze di organici e di assistenza, si tagliano le caratteristiche peculiari e ottimali dei presidi esistenti.
Il tentativo della Regione liguria di ripianare il deficit della sanità, frutto di sprechi di gestioni incredibili va nella direzione di rendere la tutela della salute alla stregua della gestione aziendale, dove i ricavi debbono superare i costi, dimenticando che il principio basilare del servizio sanitario dovrebbe andare nella direzione di offrire un servizio efficiente per i cittadini con la gestione del “bonus pater” tenendo conto delle esigenze del territorio.
Tra gli altri danni che questo intervento, arrogante, senza una seria strategia programmatoria, senza un confronto e con i rappresentanti istituzionali e con i cittadini, può scatenare tuttavia: una guerra di campanili di competenze, di gelosie professionali e peggio ancora tra i cittadini un sentimento pericolosissimo: la rassegnazione.
Noi cercheremo di contrastare questo disegno aberrante; lo abbiamo gia fatto (e a tal proposito ti invio una serie di nostri documenti e volantini) fin dalle prime avvisaglie di questo mastodontico attacco alla sanità pubblica del quale avevamo avuto sentore quando le legge regionale aveva a suo tempo stabilito convenzioni privatistiche e onerose con i medici di famiglia (vedi Alassio salute, Cairo salute, Loano salute e ora anche Pietra salute).
Siamo convinti caro Sindaco delle tue buone intenzioni, ma più che a Bonanni e ad altri funzionari delle Asl, (che se il piano sanitario andrà avanti saranno promossi ad altri incarichi di prestigio e ben remunerati), la richiesta di incontro andrebbe fatta con Burlando e Montaldo (che fra l’altro sono tuoi colleghi di partito), battendo ben bene i pugni sul tavolo: non solo per contrastare il ridimensionamento dell’ Ospedale di Cairo M. ma per far loro ritirare il piano sanitario regionale e discuterlo con tutte le realtà territoriali e le istituzioni che le governano.
Un saluto e la assicurazione che pur mantenendo le nostre convinzioni e le nostre scelte politiche saremo presenti per manifestare contro questa Amministrazione regionale della quale pensiamo che: “centrosinistra centrodestra: cambia il cuoco, stessa minestra.

Giorgio Magni
Portavoce del Partito Comunista dei Lavoratori
Sezione di Savona “B. Luppi” – Collettivo di Cairo Montenotte

» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli