Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 12332 del 27 giugno 2007 delle ore 08:12

Oggi l’inaugurazione di Pietra Medica, nuova struttura sanitaria dei medici di famiglia

Pietra Ligure. Oggi alle ore 11 presso la sede del Centro Sanitario “Pietra Medica” situato a Pietra Ligure, in viale Repubblica 10, si terrà l’inaugurazione della struttura del nuovo polo sanitario. L’associazionismo medico è promosso dalle direttive nazionali e regionali sanitarie ed è un modo per fornire un servizio più moderno ed efficiente al cittadino. A Pietra Ligure i medici di famiglia hanno risposto a questo invito con entusiasmo e tutti gli otto medici si sono riuniti in un’unica sede con ambulatori aperti ai propri pazienti. L’utente troverà la sede aperta dalle ore 9 alle 19, 365 giorni all’anno, con presenza di personale medico, infermieristico e di segreteria. Nei giorni di sabato e domenica, giorni festivi e prefestivi, gli orari di apertura e la presenza del personale sarà la medesima. Il servizio sarà aperto anche ai turisti secondo le regole convenzionali. In questo modo si dà vita anche a Pietra Ligure ad una reale continuità assistenziale in analogia ad altre esperienze già in atto nell’ASL2 Savonese. Saranno comunque mantenuti sul territorio dei punti di riferimento sanitario. Le prenotazioni per esami clinico – diagnostici verranno effettuati dal personale del centro sanitario utilizzando il Centro Unico di Prenotazione regionale (CUP). Gli accessi al Centro Sanitario saranno organizzate secondo appuntamento per evitare all’utente inutili attese, ciò fatto salvo situazioni di urgenza. I medici di famiglia operanti nel centro sanitario sono: Corrado Di Cecco, Paolo Foscolo, Valeria Lorino, Vittorio Menicanti, Carlo Re, Giampaolo Schiaffino, Pietro Francesco Valle. Il presidente di “Pietra Medica” s.r.l. è il dott. Edmondo Bosco. I medici di famiglia di Borgio Verezzi, Luciano Maiolino ed Antonio Sorbi, nonché il dott. Marino Basso di Magliolo, saranno collegati a “Pietra Medica” per via informatica (Medicina di rete). La popolazione che potrà usufruire dei vantaggi che derivano dalla nuova organizzazione e superiore a 10.000 persone.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli