Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 12652 del 05 Luglio 2007 delle ore 15:34

Innovazione tecnologica: firmata intesa tra Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta

[thumb:3610:r]Forte di Bard (AO). Dopo l’intesa Liguria – Piemonte siglata lunedì scorso a Noli è stato firmato oggi a Forte di Bard in provincia di Aosta un nuovo patto di collaborazione, sulla scia della precedente, che ingloba anche la Valle D’Aosta per dar vita ad un’intesa delle regioni del Nord Ovest, in materia di innovazione tecnologica. La collaborazione istituzionale  è stata siglata alla presenza degli assessori  all’Informatica delle tre regioni, per la Liguria Giovanni Battista Pittaluga, (Bilancio e Risorse Informatiche), per il Piemonte Andrea Bairati, (Università, Ricerca e Innovazione) e per la Valle D’Aosta, Aurelio Marguerettaz (Bilancio e Partecipazioni Regionali) con l’obiettivo di arrivare ad un’integrazione sempre più stretta tra i tre territori.  A cominciare dai settori della protezione civile, della condivisione dei dati cartografici, del pagamento dei tributi, della sanità, del trasporto pubblico locale e della promozione turistica. “A seguito dell’intesa di oggi – ha spiegato l’assessore al Bilancio Giovanni Battista  Pittaluga – tra poco tempo sarà possibile ad esempio per un cittadino ligure che ha una seconda casa in Valle d’Aosta o in Piemonte pagare l’Ici,  il bollo auto, ma anche i tributi nella località in cui si trova e naturalmente viceversa, oppure nel caso della mobilità  verrà attivato un sistema interregionale per l’infomobilità con orari integrati del trasporto pubblico locale, sia ferroviario che su gomma e sistemi integrati di promozione turistica dell’area del nord ovest per vendere congiuntamente il prodotto della macro regione che comprende monti, mare e circuiti culturali”. “Inoltre – ha continuato l’assessore Pittaluga – stiamo valutando la possibilità di condividere i dati cartografici, mettendo a punto sistemi informativi geografici per gestire al meglio il territorio”. Novità in arrivo anche in ambito della tutela dell’ambiente e della protezione civile attraverso la condivisione di banche dati  e per ottenere assistenza sanitaria anche se non si risiede dove si ha abitualmente il medico di famiglia, oltre alla promozione delle produzioni artigianali e dei prodotti tipici e alla cooperazione commerciale e di filiera tra imprese del Nord Ovest e per la vendita dell’ospitalità in modo integrato e unificato tra le tre regioni.  “L’obiettivo di questa collaborazione – ha detto Pittaluga –  è dare vita ad un Nord Ovest più unito attraverso l’innovazione tecnologica, per favorire i cittadini e consentire il contenimento dei costi per la realizzazione di progetti congiunti”. Una collaborazione che potrà consentire anche l’acquisizione di risorse finanziarie comunitarie e nazionali oltre ad aumentare il beneficio dei singoli finanziamenti e garantire una maggiore efficacia degli interventi a favore del territorio.
Per dare vita alla cooperazione nel settore dell’informazione Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta si avvarranno dell’esperienza dei tre soggetti in house Datasiel per la Liguria, CSI-Piemonte e INVA-Valle d’Aosta.  L’intesa si articolerà in una serie di progetti operativi che verranno portati avanti da un comitato tecnico composto da due rappresentanti per ogni regione e da un esponente per ognuna delle società regionali di informatica.
Il progetto non ha costi diretti, ma si avvarrà dei singoli finanziamenti del settore di cui potranno disporre le tre regioni. Significativo sarà il monitoraggio di questo accodo che permetterà di valutare, tramite l’individuazione di indicatori di risultato, i benefici concreti di una nuova modalità di cooperazione.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli