Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 12738 del 07 Luglio 2007 delle ore 12:08

Borgio Verezzi: ieri sera si è alzato il sipario sul Festival Teatrale

[thumb:3305:r]Borgio Verezzi. La prima nazionale di “Vestire gli ignudi” di Luigi Pirandello, con Vanessa Gravina e Luigi Diberti per la regia di Walter Manfré, ha aperto ieri sera la 41/sima edizione del Festival Teatrale di Borgio Verezzi, una delle maggiori manifestazioni estive dedicate alla prosa in Italia. Applausi e folto pubblico nella sempre suggestiva piazza Sant’Agostino del borgo medioevale, vero balcone naturale sulla riviera delle Palme, hanno salutato lo spettacolo, nel quale Manfré ha alternato tratti quasi onirici e rarefatti a momenti di tesa concitazione, scegliendo talvolta anche moduli recitativi e gestuali artefatti, un po’ grotteschi. Luigi Diberti ha vestito con grande autorevolezza e naturalezza espressiva i panni di Ludovico Nota, il romanziere che a tratti è profondamente calato nella storia, a tratti (e non a caso scende in platea) sembra volerla vivere dall’esterno per diventarne cronista e narratore. Vanessa Gravina ha sostenuto la complessa parte della protagonista, Ersilia. E’ piaciuta soprattutto nel secondo atto, indubbiamente ostico con alcune, lunghe parti di grande impatto emotivo che la giovane e bella attrice ha risolto con bravura e intensità drammatica. Completavano il cast Bruno Armando, il console, Marco Marelli, La Spiga, Daniela Piacentini, l’affittacamere e Francesco Laruffa, il giornalista. Repliche questa sera e domani.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli