Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 12651 del 07 Luglio 2007 delle ore 07:07

Esiste una coscienza degli amministratori pubblici?

La Coscienza, nobile ed insostituibile attributo prerogativa degli esseri umani. Dal vocabolario: consapevolezza di sé e della realtà, facoltà di giudicare il bene e il male,senso di responsabilità del dovere, serietà, onestà.
Chiunque, riflettendo anche pochi istanti, può desumere che i nostri Amministratori sono evidentemente privi di questo pregiato dono della natura. Trattasi forse di una specie poco evoluta e in attesa di miglioramenti o meglio di una nuova selezionata razza , progredita a tal punto da considerare inutile e superfluo il ricorso alla Coscienza?
Analizzando le decisioni, gli interventi e le azioni intraprese negl’ultimi anni dai nostri rappresentanti locali, si potrebbe tranquillamente dedurre che nel subconscio degli stessi possa essere in qualche modo scomparsa la sopraccitata prerogativa. Un Amministratore dovendo innanzi tutto curare gli interessi dei cittadini tutti, come può avallare interventi nei quali non si scorge alcuna impronta di beneficio per la collettività, ma solo ed esclusivamente enormi guadagni per pochissimi e collerici speculatori?

Emiliano Monticelli
Consigliere V Circoscrizione
A Sinistra Per Savona


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli