Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 12752 del 07 luglio 2007 delle ore 17:55

Tre prelati liguri in posti chiave del Vaticano

[thumb:2742:r:t=Mons. Calcagno]Savona. Con la nomina di mons. Domenico Calcagno, vescovo di Savona-Noli, a segretario dell’Apsa, l’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica, sono tre i vescovi della Liguria chiamati da Papa Benedetto XVI a ricoprire elevati incarichi a Roma nel giro di un anno. Il card. Tarcisio Bertone, arcivescovo di Genova, fu raggiunto il 22 giugno 2006 dalla nomina a Segretario di Stato del Vaticano, succedendo al card. Angelo Sodano. Il 29 agosto giunse la nomina del suo successore alla cattedra di San Siro, il genovese mons. Angelo Bagnasco, Ordinario militare per l’Italia, che il 7 marzo 2007 fu raggiunto dalla nomina a presidente della Conferenza Episcopale Italiana in sostituzione del card. Camillo Ruini. Mons. Bagnasco continua a dirigere l’arcidiocesi di Genova, dividendo i suoi impegni con quelli romani della Cei. Oggi la nomina di mons. Domenico Calcagno, che farà da vice al cardinale Attilio Nicora, presidente dell’Apsa, rinnovando una collaborazione che già aveva sperimentato alla Conferenza episcopale italiana. L’annuncio della nomina è stato dato oggi dallo stesso vescovo di Savona-Noli ai responsabili degli uffici di Curia e, telefonicamente, al prefetto e al questore di Savona. Dopo cinque anni e quattro mesi di ministero a Savona, monsignor Calcagno si prepara a tornare a Roma, dove già lunedì scenderà per essere presentato al personale dell’Apsa dal cardinale Nicora.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli