Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 12719 del 07 Luglio 2007 delle ore 07:35

Turismo, Federalberghi: il 51% degli italiani resta a casa

[thumb:1249:r]Per la Federalberghi quasi il 51% degli italiani non farà una vacanza nell’estate 2007. Una stima preoccupante che, per chi opera nel settore della ricettività, si tradurrebbe in un crollo del giro d’affari per oltre 3 miliardi rispetto all’anno scorso. Tanto che il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, ha suggerito al governo una proposta da lui stesso definita provocatoria: concedere un bonus alle famiglie per le spese sostenute e documentate per le vacanze fatte in Italia nel 2007. Secondo l’ssociazione di categoria degli albergatori, saranno il 47,3% (rispetto al 49,5% dell’estate 2006) gli italiani maggiorenni che faranno vacanze da giugno a settembre, dormendo almeno una notte fuori casa. Gli indecisi sono il 2% (3,2% nel 2006), equivalenti a circa 1 milione di persone (1,5 milioni del 2006). Ciò significa che 22,4 milioni di italiani maggiorenni (rispetto agli oltre 23,4 milioni del 2006) dichiarano di aver già fatto o di accingersi a fare vacanze in estate. Se la previsione fosse corretta, alla fine della stagione il turismo rischierebbe di perdere 12-15 milioni di pernottamenti. Si spenderanno, per l’intera durata della vacanza estiva principale (12 notti), 825 euro (rispetto ai 935 euro del 2006, per una flessione dell’11,8%) che determineranno un giro d’affari pari a 18,5 miliardi di euro (rispetto ai 21,9 miliardi di euro del 2006 per una flessione del 15,5%). Per la vacanza principale in Italia verranno spesi in media a persona 695 euro rispetto ai 780 euro del 2006 (-11%). Per la vacanza oltreconfine la spesa media pro-capite si attesterà sui 1.212 euro rispetto ai 1220 del 2006.
Coloro che rimarranno a casa, secondo Federalberghi, saranno la maggioranza degli italiani: 23,9 milioni (pari al 50,6% degli italiani), rispetto ai 22,4 milioni dell’estate 2006 (quasi il 7% in più). I motivi sono economici nel 40% dei casi, il 22,2% parla di motivi di salute, il 14,1% dichiara impegni di lavoro, l’11,8% di motivi familiari.
I dati incoraggianti arrivano dalla scelta delle vacanze estive degli italiani: l’Italia si conferma meta preferita dalla stragrande maggioranza degli italiani. Il 74,1% rimarrà nei confini nazionali ed il 23,8% sceglierà mete estere.
La durata complessiva delle vacanze estive registra un lieve incremento rispetto al 2006, si attesta sulle 15 notti fuori casa rispetto alle 13 notti. La vacanza principale risulta in linea con il 2006 e si ferma a 12 notti.
Il 75,4% preferirà la spiaggia con il 68,4% che sceglierà il mare della Penisola o delle due isole maggiori, mentre il 7% si riverserà nelle isole minori. Segue la montagna con il 15,3% delle preferenze, e le località d’arte con il 2,9%. Crollo nelle località termali: l’1,4% rispetto al 4,7% del 2006.
Cambia qualcosa nella scelta del periodo prescelto: agosto perde appeal e scende dal 59,7% del 2006 al 56,2% delle preferenze, luglio sale al 23,1% rispetto al 19% del 2006, settembre raccoglie l’11,1% delle scelte rispetto al 10,5% del 2006, giugno scende al 7% rispetto all’8,3% 2006.
La Sardegna è la meta più gettonata con il 10,7% di preferenze e distanzierà di poco l’Emilia Romagna ferma al 10,6% delle preferenze. Seguono Toscana, Puglia, Sicilia, Calabria e Veneto. Crescono le grandi capitali europee (30,7% rispetto al 28,9% del 2006) e c’è un drastico calo dei mari tropicali (13,3% rispetto al 24,8% del 2006).
L’albergo è la sistemazione preferita dagli italiani in vacanza: il 34,8% lo sceglierà rispetto al 37,1% del 2006. Seguono l’appartamento in affitto (14,5%), la casa di proprietà (13%), il villaggio turistico (9,4%), la casa di parenti o amici (l’8,8%), il campeggio (6,6%), i residence (4,9%) e l’agriturismo (1,3%).
Per quanto riguarda gli arrivi dai paesi stranieri, i tedeschi faranno registrare un lievissimo incremento; statunitensi e giapponesi continueranno a fare la differenza nelle principali città d’arte italiane; inglesi e francesi in stagnazione.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli