Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 12958 del 12 Luglio 2007 delle ore 15:35

Savona, proposta di Caviglia sulla torre Bofill: le critiche di Emilio Barlocco

Savona. Sulla proposta avanzata dal vicesindaco Paolo Caviglia di alzare di sei piani la torre Bofill, apparsa oggi sulla carta stampata savonese, interviene il forzista Emilio Barlocco. “Se la proposta del vicesindaco di alzare l’inguardabile torre Bofill ha uno scopo provocatorio – scrive in una nota Barlocco – allora lui è inadeguato a suo ruolo, perché un pubblico amministratore non deve esprimersi attraverso provocazioni in libertà, come potrebbe fare invece un qualunque ubriaco al bar, ma deve operare seriamente per produrre decisioni ed opere utili alla Collettività che è stato chiamato ad amministrare”. “Il vicesindaco non sa che un edificio viene strutturalmente dimensionato per un certo numero di piani e per determinati carichi gravanti e pertanto non può di norma essere alzato di 5 o 6 piani, senza che tutta la struttura portante sottostante diventi inadeguata. In tale caso, il signor Caviglia farebbe meglio a documentarsi prima di ‘sparare’ delle simili bufale” “Se il vicesindaco viceversa conosce benissimo questi aspetti strutturali – prosegue il rappresentante di Forza Italia – ma, poniamo, è al corrente che in realtà le strutture della torre furono già concepite per poter portare un numero di piani molto maggiore di quello consentito dalla concessione, saremmo di fronte a qualcosa di ancora più preoccupante, che darebbe adito ad interrogativi veramente inquietanti”.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli