Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 13018 del 13 Luglio 2007 delle ore 16:06

Accordo su Ferrania: scongiurata la mobilità

[thumb:3578:r]Cairo Montenotte. Passo avanti per il futuro della Ferrania. Oggi pomeriggio presso la sede della Regione Liguria è stato firmato l’accordo che consente il ricorso alla cassa integrazione straordinaria per i dipendenti del gruppo, finalizzata ai programmi di riconversione e rilancio che l’azienda ha definito in diversi settori tecnologicamente avanzati: biomasse, fotovoltaico, superconduttività. Grazie a questa intesa è stato definitivamente scongiurato il rischio del ricorso a procedure di mobilità, mentre il complesso delle maestranze Ferrania potrà essere coinvolto nelle prospettive di rilancio dell’azienda. I progetti di riconversione e di sviluppo e la possibilità che si ottengano specifici contributi statali saranno al centro di un nuovo incontro presso il ministero dello sviluppo economico previsto il prossimo 24 luglio.
“Con questo accordo – ha commentato il presidente della Regione Liguria Burlando – si mette un nuovo importante punto fermo nella difficile vertenza seguita alla crisi aziendale. La Regione resta fortemente impegnata, anche nel rapporto con il governo, perché sia finalmente assicurato un futuro certo a una risorsa produttiva molto importante per la Liguria e per la riconversione dell’area di Cairo Montenotte”.
“E’ sicuramente una giornata positiva – ha detto Francesco Rossello, segretario provinciale della Cgil – perché traccia un percorso in cui la Regione è ancora una volta principale regista per gli accordi che dovranno essere trovati sui protocolli di intesa per occupazione ed investimenti, che, al momento
ancora non ci sono”. Proprio per questo, prosegue Rossello, “il lavoro da fare è ancora molto, ma non c’ è dubbio che un primo passo significativo è dato dalla proroga per il terzo anno della cassa integrazione. Vedremo nel prossimo passaggio a Roma, il 24 luglio, come evolverà la situazione”. Soddisfatta anche la Uilcem: “Abbiamo ottenuto le garanzie che chiedevamo circa il rispetto degli impegni e la certezza sul futuro dei lavoratori” ha detto Pino Congiu, segretario provinciale Uilcem di Savona.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli