Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 13146 del 17 Luglio 2007 delle ore 11:58

Savona, influenza aviaria: proseguono le attività di prevenzione dell’Asl

Savona. L’Unità Centrale di Crisi per l’Influenza aviaria, riunitasi a Roma il 4 luglio scorso, ha confermato le indicazioni già impartite per la sorveglianza sull’avifauna,
in particolare sugli uccelli selvatici e per l’applicazione delle norme di biosicurezza negli allevamenti avicoli. Il servizio veterinario dell’Asl 2 Savonese prosegue nell’attività di sorveglianza e controllo, nell’avifauna selvatica e nei volatili domestici, per la diagnosi di un’eventuale introduzione virale. Nel corso del I semestre 2007 l’attività di controllo ha visto impegnato il servizio veterinario nella sorveglianza della filiera avicola industriale (sono stati effettuati complessivamente 8 sopralluoghi al fine della verifica delle condizioni di salute e benessere degli animali allevati); applicazione di rigide misure di biosicurezza negli allevamenti (requisiti strutturali, norme di conduzione, pratiche di pulizia e disinfezione, gestione delle lettiere) e sorveglianza sui concentramenti animali (mostre, fiere ed altri concentramenti animali); sorveglianza e monitoraggio sierologico degli allevamenti avicoli industriali e degli allevamenti di selvaggina da ripopolamento (complessivamente sono stati effettuati, con esito negativo, 75 prelievi ematici); sorveglianza sanitaria sull’avifauna selvatica attraverso l’intensificazione della sorveglianza passiva dei volatili selvatici rinvenuti morti ed il controllo periodico delle “aree umide” al fine di rilevare tempestivamente quadri di mortalità non riferibili alle cause rientranti nelle fisiologiche dinamiche di popolazione (nelle 12 aree umide individuate quali “aree a rischio” sono stati effettuati 59 sopralluoghi).


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli