Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 13148 del 17 Luglio 2007 delle ore 12:00

Savona, maxi rissa tra albanesi: sei arresti e due denunce

Savona. Sei giovani di nazionalità albanese sono finiti in manette per la rissa scoppiata ieri sera, intorno alle 19, in via Pisa a Savona, nel quartiere di Villapiana. Denunciati a piede libero anche due minorenni che hanno partecipato attivamente ai pestaggi. Gli apprezzamenti rivolti alla sorella di un ragazzo durante il recente concerto di Sina Hoxha e Soni Malaj al Priamar sarebbero all’origine del violento scontro fra bande, che ha visto l’impiego di spranghe e catene. Un regolamento di conti scaturito fra due fazioni di immigrati residenti a Savona. Alla rissa hanno partecipato una quindicina di persone. Sul posto sono accorsi gli agenti della squadra volante, allertati dalle decine di chiamate dei residenti che hanno assistito alla colluttazione. All’arrivo della polizia, supportata da una pattuglia della guardia di finanza, i contendenti si sono dileguati. In cinque si sono rifugiati nella vicina abitazione di uno dei protagonisti della rissa, ma gli agenti, che li avevano visti entrare nel portone, dopo aver ripetutamente bussato alla porta di casa sono riusciti a farli uscire e a catturarli. Infine, con l’accusa di rissa aggravata, sono finiti in manette Besnik Calliku, 25 anni, Indrit Sallaku, 25 anni, Fatjoin Ethemaj, 23 anni, Denis Calliku, 22 anni, Ardit Kemi, 19 anni, ed Eraldo Babaj, 18 anni. Tutti albanesi e incensurati. I diciassettenni V.K. e V.S., anch’essi albanesi, sono stati entrambi denunciati per lo stesso reato. Il bilancio della violenta disputa è di tre feriti: due con prognosi di dieci giorni e uno giudicato guaribile in sette giorni, salvo complicazioni. Gli agenti della volante intervenuti in via Pisa hanno sequestrato una spranga di ferro della lunghezza di 40 centimetri, macchiata di sangue, due coltelli a serramanico ed un tirapugni in metallo.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli