Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 13347 del 21 Luglio 2007 delle ore 19:00

Alassio, lunedì l’autopsia sul corpo di Giuseppe Laguna

[thumb:3764:r:t=Giuseppe Laguna]Alassio. Sarà eseguita lunedì mattina all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure l’autopsia sul corpo di Giuseppe Laguna, il trentaduenne deceduto nell’incidente avvenuto l’altra notte ad Alassio. In attesa del nulla osta alle esequie da parte della magistratura, amici, colleghi e conoscenti si stringono intorno al dolore della famiglia. Laguna era molto conosciuto per il suo lavoro di barista al “Tokai” di piazza Airaldi e Durante ad Alassio. Un giovane sempre allegro, disponibile e con tanta voglia di scherzare. Originario della città del muretto, viveva ad Albenga con la madre Anna Santoriello e il padre Sandro, ex bidello delle scuole medie Ollandini di Alassio. Il trentaduenne lascia anche il fratello Antonio e la sorella Liviana. Domenica avrebbe festeggiato il battesimo del nipotino. L’attesa per la festa, in un attimo, si è trasformata in tragedia. A tingersi di sangue, intorno alle 3,30 della notte, è stata l’Aurelia in località Punta Murena. Laguna stava facendo ritorno a casa dal lavoro in sella al suo ciclomotore Piaggio Zip, procedendo verso Albenga. Poi improvvisamente l’impatto con una moto Piaggio Nexus 500 proveniente dalla direzione opposta, condotta da Alberto Giusta, 38 anni, di Mondovì, socio di una agenzia immobiliare alassina. Il barista del Tokai è stato immediatamente soccorso dalle Croci Rossa e Bianca di Alassio e dal 118 e trasportato all’ospedale Santa Corona dove, dopo essere stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico, poche ore più tardi è deceduto. Giusta invece se l’è cavata con alcune escoriazioni e la frattura di un polso per le quali è stato accompagnato all’ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga. Secondo i primi rilievi effettuati dai carabinieri della Compagnia di Alassio, il motociclista piemontese avrebbe invaso la corsia opposta; inoltre – ha precisato il tenente Geremia Lugibello – “è emerso che guidava con un valore di alcool e di stupefacenti del tipo cocaina nel sangue”. Alberto Giusta dovrà ora rispondere di omicidio colposo e guida sotto l’effetto di alcool e stupefacenti.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli