Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 13441 del 24 Luglio 2007 delle ore 18:28

Savona, rapina la Carisa con un finto ordigno esplosivo

[thumb:1115:r]Savona. Una donna, con un finto ordigno esplosivo e a volto scoperto, ha rapinato intorno alle 15 la filiale della Carisa di Savona in via Aonzo. La donna, di origini italiane, circa trent’anni di età, indossava maglietta e pantaloni neri e portava un berretto a visiera. E’ entrata nella banca minacciando di far esplodere la “bomba” se non le fosse stato consegnato il denaro contenuto nelle casse. L’oggetto che ha mostrato agli impiegati era una sorta di piccola scatola da cui fuoriuscivano fili elettrici. Nell’istituto di credito erano presenti anche sei clienti. Dopo aver racimolato un bottino stimato intorno ai 2.500-3.000 euro, la rapinatrice solitaria si è poi dileguata a piedi per le strette vie del centro savonese. Il falso ordigno costituito da una scatoletta in ferro contenente del pongo, una batteria, un led lampeggiante e dei fili elettrici, è stato lasciato sul bancone della banca: i carabinieri hanno fatto intervenire gli artificieri che hanno appurato la non pericolosità della scatola. Un oggetto assolutamente innocuo ma confezionato in modo da avere un aspetto preoccupante. Sono in corso i rilievi sul falso dispositivo per individuare eventuali tracce lasciate dalla donna. I militari stanno vagliando, oltre alle testimonianze delle persone presenti al momento del colpo, anche i filmati del circuito interno di videosorveglianza della filiale savonese, e stanno passando al setaccio la città nel tentativo di individuare la rapinatrice. Nessuna analogia con il colpo messo a segno la scorsa settimana alla filiale della “Cariparma” di via Paleocapa, quando una vera e propria banda di professionisti aveva pianificato la rapina nei minimi dettagli, praticando un buco in una parete per poter fare irruzione nella banca e tenendo poi in ostaggio per due ore impiegati e clienti prima della fuga. Il modus operandi del colpo alla Carisa potrebbe invece far pensare al gesto solitario di una persona disperata in cerca di denaro immediato.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli