Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 13516 del 26 Luglio 2007 delle ore 15:03

Viabilità: 900 mila euro per Ponte della Volta e Pian Cereseta a Carcare e Cairo

[thumb:343:r]Provincia. 900 mila euro per i finanziamenti della nuova viabilità in località Ponte della Volta, Pian Cereseta nei comuni di Carcare e Cairo. E’ quanto stabilito nel corso della riunione che si è svolta questa mattina in Provincia del Comitato di Pilotaggio per l’assegnazione dei fondi del Patto Territoriale. All’incontro erano presenti la Provincia di Savona, i Comuni di Carcare, Cairo, Vado Ligure, la Lega Cooperative di Savona, Confartigianato di Savona e I.P.S. Il Comitato di Pilotaggio ha espresso parere favorevole per la concessione di novecento mila euro di finanziamento per la Nuova viabilità in località Ponte della Volta – Pian Cereseta nei Comuni di Carcare e di Cairo Montenotte. Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo collegamento stradale, individuabile come diramazione della S.P N° 29 che si stacca dalla stessa viabilità in località Ponte della Volta per connettersi con la viabilità privata diretta a Ferrania in località Pian Cereseto. La strada sarà costituita da due corsie di marcia di larghezza di 3,50m l’una per una larghezza complessiva di 9,00m lunga circa 1 Km. “L’opera per la sua realizzazione finale necessita di un milione di euro, di cui novecento mila derivanti dal Patto Territoriale (fondi assegnati alla Provincia dal Ministero dello Sviluppo Economico) e 600 mila dalla Regione Liguria – ha dichiarato l’assessore alla pianificazione territoriale Roberto Peluffo. L’intervento doterà la zona industriale di Ferrania di un’accessibilità stradale pubblica agevole per rispondere alle esigenze industriali e logistiche collegandola più direttamente con la rete autostradale (stazione di Altare). Attualmente esiste già il progetto definitivo ed entro inizio del prossimo anno verrà realizzato il progetto esecutivo e l’avvio procedura di assegnazione gara”. Per l’assessore alla viabilità Pierluigi Pesce: i lavori consentiranno di ridimensionare l’attuale svincolo tra la S.P. N° 29 (Km 135+500) e la viabilità privata d’uso pubblico diretta agli stabilimenti, pericoloso ed estremamente disagevole soprattutto per il traffico pesante”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli