Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 13615 del 29 Luglio 2007 delle ore 14:31

Roberto Garabello scrive al sindaco di Cairo

Al Sindaco di Cairo, che si sta distinguendo soprattutto per l’insofferenza tipica dei DS verso le critiche di chi, e con ragione, è preoccupato più di lui per quanto la Regione sta disponendo per la Valbormida, vorremmo chiedere se si rende conto che rischia di passare alla storia come il Sindaco che ha chiuso l’Ospedale e inaugurato la Filippa.
Se lui o i suoi assessori si sono presi la briga di leggere il documento della VIA regionale, non dovrebbero aver fatto fatica a comprendere come le prescrizioni siano facilmente aggirabili dalla Lpl.
Inoltre chi della giunta ricopre anche il ruolo di consigliere provinciale (Caruso) dovrebbe gentilmente spiegare come mai la Provincia, avendo la possibilità, attraverso il piano dei rifiuti del 2006, di inserire la Filippa nei siti non idonei ad ospitare una discarica, e quindi scrivere la parola fine alla vicenda, abbia invece omesso di farlo.
La maggioranza potrà sempre dire che si tratta di una atto dovuto, ma purtroppo il piano provinciale dei rifiuti, facendo parte della programmazione e pianificazione, è un atto politico.
Continuando così, il Sindaco e la sua maggioranza di cui fanno parte Verdi e appartenenti ad Associazioni ambientaliste, fanno pensare che anche l’annunciato ricorso al TAR sia un atto dovuto, fatto senza troppa convinzione.Non vorremmo che la frustrazione che il sindaco attribuisce ad un partito non di fosse invece la frustrazione di una città che sta comprendendo come chi è stato eletto non si dimostra in grado di contrastare decisioni che rischiano fortemente di peggiorare la già precaria qualità di vita dei Cairesi.
Invitiamo quindi il Sindaco e la maggioranza a perdere meno tempo a rispondere umoralmente a critiche legittime e ad impegnarsi maggiormente per Cairo, che oltre che la “Sua”, è anche la nostra Città, possibilmente senza ricorrere a consulenti estranei alla Valbormida, come succede per la conduzione dell’ufficio tecnico.

Roberto Garabello

» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli