Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 13637 del 30 Luglio 2007 delle ore 09:43

Pescatori in azione nel Letimbro

[image:3834:c:s=1]

Pomeriggio di sabato 28 luglio 2007 caldo asfissiante; sul letto asciutto del Torrente Letimbro, due giovani sconsiderati in costume da bagno, si avvicinano ad una delle pozze dove tentano di sopravvivere i pochi pesci rimasti. I due scienziati, hanno due canne da pesca, entrambi gli strumenti con i mulinelli. I due tizi hanno risalito la foce, dopo aver annunciato che avrebbero fatto ritorno con un gran bottino di pesci. Non ci vuole una grande intelligenza per capire che un simile gesto e’ da idioti: in quella pozzanghera, di acqua tiepida, magari sporca, una ventina di pesci tentano disperatamente di non morire e questi grandi personaggi, con tanto di canna col mulinello e sorriso ebete stampato in faccia, tentano di pescarli. Inoltre la cosa e’ pure vietata.
Il primo istinto e’ stato quello di scendere nel greto del torrente e fare a pezzi le canne, poi ho richiamato la loro attenzione raccontandogli che i pesci erano velenosi. I due beoti, si sono allontanati ringraziandomi del gentile avviso, lasciando in pace i poveri pesci.

Roberto Nicolick

Consigliere Gruppo Misto della Provincia di Savona

[image:3835:c:s=1]


» Redazione

2 commenti a “Pescatori in azione nel Letimbro”
fra ha detto..
il 30 Luglio 2007 alle 11:39

Mi scusi, consigliere provinciale Nicolock, ma non credo di aver capito il senso della fotonotizia. Mi spiega che rilevanza sociale/politica/ambientale ha questa sua “denuncia”?

Bruno Pirastu ha detto..
il 30 Luglio 2007 alle 12:30

Dire loro la verità e cioè che sono pesci immangiabili ha salvato da intossicazione alimentare gli scellerati. Ma … se per caso fossero stati due pescatori , canne da lancio non dozzinali , che stavano prendendo pesci per poi pasturare la pesca dal vicino molo ? è una prassi molto comune e nota basti vedere le canne che ci sono , specie di notte , lungo tutta la Riviera , Lungomare Matteotti , Aurelia Bergeggi, Albissola ex stazione FFSS. Così fosse chissà cosa hanno pensato loro …..

CERCAarticoli