Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 14059 del 09 Agosto 2007 delle ore 08:18

Savona, crepe in via Chiodo: disposta la sospensione del cantiere

Savona. I lavori attualmente in corso in via Chiodo a Savona sono stati sospesi. Il provvedimento è stato deciso dal giudice del tribunale, nell’ambito della vertenza giudiziaria per le crepe comparse sulle pareti degli appartamenti di un palazzo vicino ai due cantieri della Darsena dove si stanno realizzando un albergo e uno stabile residenziale-direzionale. Gli interventi edilizi potranno riprendere solo dopo l’esecuzione delle necessarie opere di consolidamento.


» Felix Lammardo

1 commento a “Savona, crepe in via Chiodo: disposta la sospensione del cantiere”
Bruno Pirastu ha detto..
il 9 Agosto 2007 alle 11:00

La Saga iniziò molti anni fa con i Box di Via Monturbano e le lesioni dei palazzi di Via Poggi, da allora ,nonostante l’esperienza e siano entrate leggi che obbligano le ispezioni idrogeologiche quando a Savona si scava ci sono crolli e lesioni, ( Ex Astor , Via Monticello) e la cosa è altamente preoccupante anche perché sono previsti altri interventi in zone urbane storiche. Non credo sia così difficile comprendere che i vecchi palazzi si sostengono con effetto Domino e che gli interventi demolitivi compromettono il sistema e che questo deve essere tenuto in debito conto già in fase di studio e progettazione, questo almeno mi insegnavano 40 anni fa !!! a Torino quando studiavo da semplice Geometra e , scuola molto diversa da quella Savonese , per mia fortuna , si andava già in giro per cantieri a vedere i lavori e non solo le figurine dei libri.
Ovviamente per uscire da questa situazione ci sarà qualcuno che proporrà la demolizione dei vecchi palazzi per fare spazio alla Magnathann del futuro vero che quell’insieme urbano è diventata una Arlecchinata e che di Borgo marinaro non ha più niente e che dopo la realizzazione del Crescent non avrà nemmeno più la panoramica visione del Priamar.

CERCAarticoli