Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 14129 del 11 Agosto 2007 delle ore 11:08

“Concertando tra i Leoni”: Albenga premia i campioni olimpici

Albenga. La Piazzetta dei Leoni di Albenga, all’ombra dell’antica cattedrale e del caratteristico battistero, diventa anche quest’anno suggestivo luogo di bellezze musicali: “Concertando tra i Leoni”. Giunta alla seconda edizione, la manifestazione che tra il 17 e il 20 agosto regalerà serate di musica ed arte è organizzata dall’UCAI (Unione Cattolica Artisti Italiani), con il patrocinio del Comune di Albenga. Durante l’ultima serata il sindaco Antonello Tabbò consegnerà il “Premio dei Leoni” ai campioni olimpici ingauni, che con la loro attività hanno valorizzato ed elevato la città di Albenga. Così il primo cittadino: “L’evento musicale che ogni anno, nel periodo di Ferragosto, si svolge nella rinomata Piazzetta dei Leoni offre l’occasione all’amministrazione comunale di rendere un doveroso omaggio a quei cittadini albenganesi che hanno onorato la nostra città con le loro attività. Lo scorso anno è stata ricordata la lunga e benemerita attività pastorale di Mons. Alessandro Sappa, Parroco del S.Cuore. Quest’anno sono stati scelti campioni sportivi che hanno vestito la maglia azzurra nelle manifestazioni olimpiche”. Durante la serata sarà ricordato Gianmario Roveraro: il numero uno del salto in alto in Italia dal 1954 al 1959. E’ stato il primo azzurro a superare i due metri. Il nome Roveraro nel mondo dell’atletica è associato all’abbattimento di un ‘muro’ storico: il 9 settembre 1956 a Lugano, a vent’anni, valicò 2.01. Fresco di primato, Roveraro venne convocato per l’Olimpiade di Melbourne a cui sfortunatamente non riescì a partecipare a causa di un infortunio. L’anno dopo realizzò però un altro record, un 2.02. “Per Albenga e per tutti coloro che frequentano il mondo dell’atletica è un esempio di grande umanità, serietà e sacrificio” osserva Tabbò.
Hanno ottenuto per due anni il titolo di campioni del mondo di vela i fratelli Gianni e Agostino Sommariva. Partecipano entrambi alle olimpiadi: il primo nel 1984 a Los Angeles; il secondo nell’88 a Seul. I fratelli Sommariva sono stati campioni italiani per ben sette volte e nel 1996 hanno anche vinto il Giro d’Italia in vela. Oggi conducono l’azienda di prodotti agro alimentari con lo stesso entusiasmo e con lo stesso spirito vincente con cui gareggiavano ai massimi livelli.
Altro olimpionico è Ezio Madonia, uno dei principali protagonisti della staffetta azzurra negli anni ’90 e ottimo corridore dei 100 metri. Per cinque volte Ezio ha vinto il titolo italiano ed ha conquistato il bronzo ai mondiali di Goteborg. Le sue olimpiadi sono quelle di Seul nell’88 e quelle del 1996 ad Atlanta. Nella sua bacheca si possono ammirare anche due medaglie di bronzo agli europei ed una splendida accoppiata d’oro ai Giochi del Mediterraneo nel 1991. Oggi svolge il suo servizio presso la Guardia di Finanza a Finale Ligure.
“Albenga rivolge un caloroso applauso a questi suoi concittadini che l’hanno resa famosa nel mondo con le loro imprese sportive, con la loro serietà professionale e con il loro entusiasmo per l’attività agonistica ad altissimi livelli – afferma il sindaco Tabbò – Le loro vicende olimpiche e mondiali sono indissolubilmente legate alla città di Albenga: la loro fama durerà oltre il tempo e rappresenterà per sempre uno dei punti più alti della nostra storia cittadina”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli