Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 14221 del 14 Agosto 2007 delle ore 09:00

Loano, rapinatore italo brasiliano: disperato per un debito

[thumb:3969:r]Loano. Henrique Gilmar Mastroianni, il trentasettenne italo brasiliano finito in carcere per aver rapinato quattro banche e tentato il colpo in una quinta, avrebbe agito per saldare il debito con un ex socio. Ieri mattina davanti al giudice delle indagini preliminari, l’uomo ha spiegato di aver imboccato la via del crimine per restituire i 25 mila euro che doveva ad un romeno con il quale aveva avviato un’attività nel settore edile. Da incensurato a criminale spinto dalla disperazione, questa la versione fornita dall’interrogato. Il bandito solitario, che nel giro di circa un mese è riuscito a mettere insieme un bottino di 55 mila euro, ha rapinato la Carige di Albenga, la San Paolo di via Paleocapa a Savona, la Banca di Credito Cooperativo d’Alba ad Albenga e, sempre ad Albenga, la Cassa di Risparmio di Alessandria. Fallito invece il colpo alla Banca Popolare di Novara di piazza Diaz a Savona, per la reazione del direttore e l’arrivo della polizia. Ma, stando a quanto ha dichiarato al giudice, l’italo brasiliano avrebbe già speso tutti i soldi asportati dalle agenzie bancarie: 25 mila euro sarebbero svaniti per pagare il debito con l’ex socio romeno, 4 mila euro per l’acquisto di un’auto usata, 10 mila euro per le spese di soggiorno a Loano dove aveva preso un appartamento in affitto. Il resto per gli stabilimenti balneari dove andava ad abbronzarsi. E proprio l’abbronzatura è stata uno degli elementi che lo hanno incastrato. Gli investigatori, infatti, esaminando le registrazioni delle videocamere di sicurezza degli istituti bancari presi di mira, hanno notato il mutamento del colore della pelle dell’uomo, deducendo che lo stesso non poteva che trovarsi sicuramente ancora in Riviera e non si faceva mancare un po’ di sole tra una rapina e l’altra.

[image:3969:c:s=1:t=Henrique Gilmar Mastroianni]


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli