Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 14367 del 19 Agosto 2007 delle ore 20:10

Calcio, il Vado parte bene: battuta la Sestrese

[thumb:1046:r]Vado Ligure. Sono passati meno di tre mesi dal 27 maggio ed il ricordo del trionfale playout contro il Canelli è ancora vivo negli occhi degli appassionati, tornati al Chittolina ad ammirare il rinnovatissimo Vado. Ovviamente oggi si respirava ben altra aria allo stadio vadese: nel match contro la Sestrese le sensazioni sono ancora quelle del calcio d’agosto. In effetti la Coppa Italia, si sa, per le compagini che dovranno lottare per salvarsi è più che altro un impegno di troppo e chi sarà eliminata non farà certamente drammi. Vado e Sestrese tuttavia si sono rinforzate e non sarebbe una sorpresa trovarle nella metà alta della classifica in questo girone “A” della serie D. Oggi hanno dato vita ad una partita piacevole, giocata senza troppo agonismo ma a viso aperto, davanti ad un pubblico numeroso.
I verdestellati, che sono tornati in D dopo 5 stagioni, sono scesi in campo con un 4-3-3: Giovinazzo tra i pali, Gattulli e Martino esterni difensivi, Moretti e Balboni difensori centrali, Puppo ed i fratelli Lovera a centrocampo, Grazzini, Ramenghi e Sigona a comporre il tridente d’attacco. Maglia verde, calzoncini e calzettoni neri.
Mister Ferraro ha schierato i suoi con, da destra a sinistra, Marraffa, Bracco, Notari e Bonforte sulla linea difensiva, Scarfò, Iannolo, Brema e Capra su quella di centrocampo, Girgenti e Castagna davanti. Il Vado ha giocato in maglia rossa, calzoncini e calzettoni bianchi.
La partita inizia in maniera vivace: entrambe le formazioni provano alcuni affondi ma senza risultato. La Sestrese sembra avere qualcosa in più mentre alcuni giocatori del Vado appaiono in ritardo con la preparazione. All’8° vanno tutti a vuoto su un corner calciato da C. Lovera, arriva Grazzini che spara alto. Nel Vado Capra è molto attivo sulla fascia sinistra: prova un paio di cross, corre molto, cerca i compagni; nel secondo tempo si vedrà molto meno. Quando troverà la forma migliore c’è da scommettere che darà tante soddisfazioni ai tifosi rossoblu. Al 14° è lui a provare un tiro dalla distanza, ampiamente a lato.
La Sestrese mette in mostra un gioco veloce con tanti passaggi, ma non arriva a concludere. Fra i verdestellati si notano particolarmente la tecnica dei Lovera e l’onnipresente Puppo, che ha lasciato il Sestri Levante dopo 7 stagioni. Al 19° Grazzini prova un tiro potente dai 30 metri, alto di pochissimo. Due minuti dopo è C. Lovera a provarci dalla stessa distanza, Ghizzardi blocca. Dopo 25′ finalmente il Vado: pregevole triangolazione Bonforte – Capra – Bonforte, quest’ultimo in piena area conclude rasoterra alla sinistra di Giovinazzo, altro nuovo acquisto dei genovesi. Al 30° ci prova Brema, il portiere ospite blocca senza difficoltà.
Al 33° il goal. Iannolo calcia una punizione da posizione defilata sulla sinistra, Notari, indisturbato in piena area, colpisce di testa indirizzando la palla nell’angolo basso alla sinistra di Giovinazzo, il portiere sembra essere sul pallone ma non lo blocca: 1 a 0. La reazione della Sestrese è immediata e veemente. Grazzini conclude dal limite dell’area, la sfera esce di poco alla sinistra di Ghizzardi che controlla e la lascia uscire. Poi è ancora il numero 7 sestrese a dar vita ad una prolungata azione con Puppo: i due migliori in campo si intendono alla perfezione e sul cross di Grazzini, al termine di una fase concitata, Gattulli di testa prova a servire Ramenghi ma Ghizzardi esce e lo anticipa. Al 38° Sigona va via a Bracco, lasciando il dubbio di una trattenuta al difensore, e solo davanti a Ghizzardi sbaglia clamorosamente: bravo il portiere vadese a restare freddo e ad indurre l’avversario all’errore, ma l’11 ospite può davvero mangiarsi le mani. Al 40° Castagna ha spazio per provare il tiro dal semicerchio dell’area, palla di poco alta. La prima frazione si conclude ancora con Grazzini protagonista: con una veloce percussione arriva in area e dà palla a Sigona, anticipato dal portiere: pochi secondi dopo prova il tiro ed il vicecapitano vadese blocca.
A inizio ripresa Vado subito vicino al goal: Girgenti si getta in scivolata nel tentativo di deviare in rete un cross, la palla esce di pochissimo. Nell’occasione si scontra con Giovinazzo, al limite dell’area piccola: entrambi riprendono senza problemi. Sul cambio di fronte Bonforte ferma fallosamente Grazzini di poco fuori dall’area. Sulla palla va Balboni, 43 anni, autentica istituzione del calcio ligure nonché ex del Vado: il suo tiro è deviato in corner dalla barriera.
Al 21° cross di Bonforte dalla sinistra, nessuno ci arriva ed il pallone arriva ad Olivieri sulla fascia opposta: il giovane vadese crossa in area dove un altro giovane, Castagna, si esibisce in una spettacolare rovesciata: la palla esce di poco. L’attaccante rossoblu si merita gli applausi di tutto lo stadio; cadendo però si è fatto male ed è costretto ad uscire. Entrambe le squadre non rinunciano mai a giocare, anzi cercano di produrre ulteriori azioni da rete. Nel giro di 25′ i due allenatori effettuano tutti i cambi a disposizione.
24′: Puppo calcia in area una punizione, il colpo di testa di Ramenghi esce di poco a lato del palo sinistro. Bonforte commette ancora fallo al limite dell’area, il calcio piazzato di C. Lovera termina sulla barriera. Al 31° Iannolo calcia un corner dalla destra, irrompe Notari di testa da distanza ravvicinata, Giovinazzo è bravo a respingere. Al 38° C. Lovera sembra provare un cross ma conclude, Ghizzardi si allunga e mette in angolo. Sugli sviluppi grossa mischia che si conclude con il tiro di Gattulli di poco a lato. Al 39° è ancora Iannolo da calcio piazzato, un corner, a mettere in area per la testa di Notari: questa volta il portiere è battuto ma c’è Moretti a salvare di testa sulla linea. Nel primo minuto di recupero buona occasione per Maisano che al volo in piena area, sul lungo cross di Puppo, mette a lato. I verdestellati ci provano fino alla fine: recuperano palla a centrocampo e, con una manovra veloce, Virgili arriva al tiro: è potente ma Ghizzardi respinge. Un minuto dopo Gattulli conclude alto. Al termine esatto dei 4′ di recupero assegnati Balboni calcia un angolo: Gattulli di testa manda a lato. Si gioca ancora per qualche secondo, finisce 1 a 0 per il Vado.
I rossoblu iniziano al meglio la stagione, vincendo la prima partita che conta. Indubbiamente però Ferraro dovrà rivedere qualcosa. Oggi la Sestrese ha fatto vedere di più, almeno in quanto ad azioni costruite. Ma il Vado ha saputo creare quelle più pericolose e soprattutto è andato a segno. Il ritorno è in programma sabato alla Sciorba.

Il tabellino:
Vado – Sestrese 1 – 0 (p.t. 1 – 0)
Vado: Ghizzardi, Marraffa, Bonforte, Brema (s.t. 18° Catalano), Bracco, Notari, Scarfò (s.t. 25° Olivieri), Capra, Girgenti, Iannolo (capitano), Castagna (s.t. 23° Militano). A disposizione: Secci, Gasperini, De Lucis, Marotta. Allenatore: Ferraro.
Sestrese: Giovinazzo, Puppo, Gattulli, Moretti, J. Lovera, Martino (s.t. 1° Bianchi), Grazzini (s.t. 25° F. Maisano), C. Lovera, Ramenghi, Balboni (capitano), Sigona (s.t. 22° Virgili). A disposizione: Chinchio, Merialdo, Costigliolo, Perazzo. Allenatore: G. Maisano.
Arbitro: Gianluca Gozzi (Voghera). Assistenti: Leo Russo e Luca Tarricone (Seregno).
Reti: p.t. 33° Notari (V).
Ammoniti: s.t. 15° Castagna (V), 40° Bonforte (V).
Recupero: 1′, 5′. Calci d’angolo: Sestrese 6, Vado 2. Fuorigioco: Sestrese 3, Vado 2.


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli