Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 14496 del 23 Agosto 2007 delle ore 08:32

Maxirissa di Cengio: quattro giovani obbligati a non uscire la sera

[thumb:413:r]Cengio. Dovranno rimanere a casa la sera. Questa la misura disposta dal giudice nei confronti di quattro dei sette giovani valbormidesi arrestati a giugno per la maxi rissa scoppiata a “Cengio in festa”. Ora dunque i cairesi Andrea Floris (19 anni), Samuel Costa (22 anni), Stefano Cutoli (19 anni) e Carmine Salzano (19 anni) non solo dovranno continuare a presentarsi periodicamente nella caserma dei carabinieri, ma saranno anche confinati nelle loro abitazioni durante le ore serali e notturne. L’inasprimento dei provvedimenti è stato ispirato dal comportamento dei ragazzi stessi e dai loro contatti, giudicati poco opportuni, con alcuni testimoni dei fatti. A finire in manette per la rissa di Cengio erano stati anche Gian Luca Aru, 23 anni, e M.P., 17 anni, entrambi cairesi, il carcarese Marco Carta, 20 anni, oltre ai due giostrai piemontesi Siro Spinello, 40 anni, e Mattew Scuffi, 22 anni. I giovani valbormidesi, ubriachi, avevano inveito contro i giostrai e avevano danneggiato le bancarelle del luna park, provocando la loro reazione. Ne era nato uno scontro furiborndo a suon di calci e pugni. I ragazzi avevano poi brandito alcune spranghe di ferro delle giostre per usarle come mazze. Sul posto erano intervenute dieci pattuglie dei militari e tre carabinieri, aggrediti, avevano riportato lesioni giudicate guaribili in sette giorni.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli