Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 14561 del 24 Agosto 2007 delle ore 09:57

Prostituzione: cambio di orari e più case squillo

[thumb:4035:r]Ceriale. Meno lucciole sulla Aurelia tra Albenga e Ceriale, dopo le ordinanze dei sindaci Tabbò e Revetria. Il giro di vite contro la prostituzione ha conseguito risultati concreti, tanto che le minigonne vertiginose ai bordi della strada sembrano sparite quasi completamente. Ci sono, però, le irriducibili. Negli ultimi giorni due passeggiatrici romene sui vent’anni hanno deciso di cambiare orario e, visto che di notte i controlli sono più intensi, hanno pensato bene di mettersi a cercare clienti durante la mattina. Ma i carabinieri le hanno sorprese ugualmente, in abiti inequivocabilmente succinti, lungo l’Aurelia a Ceriale e le hanno allontanate. Lucciole anche di giorno, quindi: un fenomeno inedito che costringerebbe le forze dell’ordine a tenere alta l’attenzione per ventiquattr’ore su ventiquattro. Le ordinanze, in ogni caso, hanno avuto i loro effetti dissuasivi. L’affollamento stradale è diminuito sensibilmente. Non a caso per gli automobilisti che si fermano per contrattare prestazioni sessuali a pagamento sono previste multe tra i 25 e i 500 euro. Ma il mercato del sesso mercenario, pur subendo un colpo, non agonizza, e anzi aspetta di spostarsi negli appartamenti. Con la partenza dei turisti, infatti, la disponibilità di alloggi liberi è un’occasione ghiotta per le ragazze “sfrattate” dalla strada. Si ipotizza un proliferare di nuove case a luci rosse. Lo dimostra il progressivo moltiplicarsi di annunci sui giornali che promettono momenti piacevoli negli appartamenti del Ponente savonese. E in questo senso tutto sarà più semplice per le prostitute neocomunitarie dell’Est europeo, ormai senza più problemi con i permessi di soggiorno.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli