Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 14792 del 31 Agosto 2007 delle ore 16:53

Considerato insolvente per 15 anni: imprenditore vince la causa contro la banca

[thumb:688:r]Vado Ligure. Nel 1992 ritarda il pagamento di due rate di un mutuo e viene segnalato alla Centrale rischi di Bankitalia. Un disguido risolvibile con una semplice raccomandata si è però trasformato in una disavventura. L’imprenditore savonese Diego Salvi, titolare di una ditta di semilavorati per gelateria e pasticceria con sede a Vado Ligure, la “NobileCreme”, si è visto notificare un decreto ingiuntivo della banca San Paolo per 20 milioni delle vecchie lire. La Centrale rischi per quindici anni ha continuato ininterrottamente a ricevere la segnalazione di insolvenza, nonostante l’imprenditore avesse ormai da tempo pagato le rate ed estinto il mutuo, mentre il debito ha raggiunto la ragguardevole cifra di 70 mila euro. Salvi si è così rivolto all’avvocato Lorenzo Vercellino di Varazze per adire le vie legali. E ha vinto la causa contro la banca. Lo stato di insolvenza è stato cancellato. Resta il fatto che per anni il titolare dell’azienda vadese si è visto respingere fidi e mutui: una “sofferenza” commerciale e morale che ha dovuto ingiustamente pagare.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli