Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 14844 del 01 Settembre 2007 delle ore 18:00

Sagralea, Tabbò: “entro pochi mesi l’autorizzazione per il Palafiera”

[thumb:4138:r]Albenga. Con la presentazione della 40° edizione di Sagralea, la rassegna dei vini DOC della Liguria, torna d’attualità il progetto del nuovo Palafiera in regione Terraconiglio, località della frazione albenganese (Salea), dove si svolge uno dei più attesi e visitato eventi espositivi. E’ stato il Presidente della Cooperativa Macchia Verde, organizzatrice di Sagralea, ha rilanciare la questione nel suo intervento alla presentazione dell’edizione 2007. Ha richiamato il tema davanti alle autorità presenti, l’assessore provinciale Carlo Scrivano e il sindaco di Albenga Antonello Tabbò, citando in prima persona lo stesso assessore regionale all’urbanistica Carlo Ruggeri, per uno sblocco nell’iter di realizzazione dell’opera e che quindi a breve possano partire finalmente i lavori della nuova struttura fieristica, che negli occhi degli organizzatori rappresenta anche il futuro della rassegna del pigato e dei vini liguri di Salea. Rassicurazioni sono arrivate dal primo cittadino albenganese: “direi che siamo in dirittura d’avvero, ci sono state delle problematiche riguardo alla possibilità di disporre delle aree demaniali interessate dal progetto – ha dichiarato Tabbò -, comunque l’iter è andato avanti, certo con alcuni intoppi, ma sentendo anche gli altri enti interessati credo di poter dire che ci siamo e che entro pochi mesi ci sarà l’autorizzazione ufficiale e avviare in tempi brevi l’inizio dei lavori”. 
[image:4138:c:s=1:t=un’immagine del progetto illustrato
nel corso della presentazione della 40° edizione di Sagralea]


» Redazione

1 commento a “Sagralea, Tabbò: “entro pochi mesi l’autorizzazione per il Palafiera””
cry73 ha detto..
il 3 Settembre 2007 alle 08:40

Vivo a Salea, ma sinceramente credo che vi siano lavori ben più urgenti da fare che non costruire un Palafiera! Perchè il Sindaco non si fa una bella passeggiata per il paese?! Soprattutto in Via dei Roberti… troverà una strada quasi da “terzo mondo” che noi poveri residenti siamo costretti a percorrere ogni giorno a nostro rischio e periocolo… l’illuminazione poi è davvero fantastica…

CERCAarticoli