Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 14868 del 03 Settembre 2007 delle ore 10:32

Sanità: nasce il Dipartimento di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale del Ponente Ligure

Pietra Ligure. Per conseguire il miglioramento dei risultati in termini di efficacia, efficienza, qualità ed economia di gestione è stato costituito il Dipartimento di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale (DIMT) del Ponente Ligure. L’accordo, tra il Santa Corona e le ASL n. 1 Imperiese e n. 2 Savonese, ha permesso la costituzione di un dipartimento di tipo funzionale come strumento di integrazione e coordinamento delle strutture trasfusionali individuate dal Piano Sangue Regionale e operative nelle Province di Imperia e Savona. L’intenzione delle tre Aziende è quella di sviluppare un sistema comune che preveda per gli utenti del territorio di competenza diverse attività nel settore dei servizi immunotrasfusionali: raccolta del sangue e produzione degli emocomponenti, attività di diagnostica, di cura specialistica per le patologie dell’area di competenza per utenti ambulatoriali, per pazienti in ricovero ordinario e diurno e per urgenze. Il nuovo Dipartimento fornirà supporto di consulenza specialistica alle strutture ospedaliere e territoriali e dovrà migliorare il sistema di gestione per la qualità garantendo la soddisfazione dell’utente e valorizzando le risorse umane, professionali e strumentali disponibili. “Obiettivi prioritari del Dipartimento saranno l’ottimizzazione e la standardizzazione delle attività trasfusionali attraverso un’organizzazione della raccolta del sangue tale da garantire la copertura del fabbisogno in condizioni ordinarie ed in emergenza – spiega il dott. Barberis, direttore della Struttura Complessa di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale – Verranno potenziate le misure atte a garantire la massima sicurezza trasfusionale attraverso il controllo complessivo della trasfusione, dal Donatore al letto del Paziente. Saranno inoltre coinvolte in modo attivo le associazioni di volontariato nell’attività di promozione della donazione e di raccolta del sangue e degli emocomponenti senza mai trascurare la formazione continua del personale”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli