Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 14913 del 04 Settembre 2007 delle ore 14:30

Loano, coniugi aggrediti da ubriachi: uomo ferito da due coltellate

[image:977:r:s=1]Loano. Drammatica avventura per due coniugi di ritorno da un passeggiata nel centro di Loano, in balia degli umori di un gruppo di ubriachi. La coppia stava raggiungendo la propria auto parcheggiata in corso Europa, intorno alla mezzanotte, quando è stata avvicinata da quattro individui di origine slava che hanno agito con la deliberata intenzione di attaccar briga. Gli sconosciuti, reduci da una serata di eccessi alcolici, hanno dapprima lanciato sguardi velenosi, poi sono passati ai gesti provocatori: uno di loro ha sferrato un pugno contro il cofano della vettura sulla quale stavano salendo i due, mentre gli altri invitavano l’uomo a scendere dalla macchina per misurarsi in un confronto fisico. Il destinatario della sfida (residente nell’entroterra loanese) è infatti sceso, ma per chiedere spiegazioni in modo civile. Di tutta risposta uno degli slavi del gruppo ha estratto un coltello ed ha assestato due fendenti all’uomo, che è stato colpito al braccio sinistro e alla natica destra. Richiamati dalle urla dei due coniugi, alcuni passanti sono corsi in aiuto. Il gruppo di malintenzionati si è quindi disciolto senza lasciar traccia. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione ed i colleghi del nucleo radiomobile di Albenga che hanno raccolto le prime testimonianze ed avviato immediate ricerche per risalire ai responsabili dell’aggressione. I militari hanno compiuto controlli a tappeto non solo a Loano, ma anche a Pietra Ligure e a Borghetto Santo Spirito. Otto cittadini dell’Europa dell’Est sono stati sottoposti a controlli. Due, portati in caserma, sono stati riconosciuti come appartenenti alla combriccola violenta e denunciati a piede libero. Si tratta di C.C. e C.S., entrambi romeni e trentenni, residenti nel comprensorio loanese. Nessuno dei due è risultato essere l’accoltellatore, ma gli investigatori sono già entrati in possesso di elementi utili per identificare il responsabile del ferimento dell’italiano. Quest’ultimo, medicato al pronto soccorso dopo la disavventura, è stato giudicato guaribile in 10 giorni.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli