Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 14939 del 05 Settembre 2007 delle ore 08:21

Lettere sui piccioni

Apprendo dai giornali e da un articolo pubblicato sul suo personale blog, che in occasione di un sopralluogo presso il cimitero di Savona, il Consigliere Provinciale Roberto Nicolik si e’ espresso contro la colonia di piccioni in modo veramente poco corretto. I piccioni non sono tutelati dal Comune di Savona in quanto tramite Ordinanze Comunali sono stati dotati tutti gli edifici pubblici dei protettori metallici appuntiti che spesso feriscono le zampe e vieta ai cittadini di dare loro da mangiare. Desidero far sapere al Consigliere Nicolik e all’Amministrazione Comunale, che i piccioni non sono causa di malattie per le persone, e chiedo che finalmente il Comune si assuma la responsabilità di tutelare sia i caseggiati ma soprattutto i piccioni in modo adeguato e non cruento.
Cordiali saluti,
Bàlint Vetsey

Scrivo per aggiungere la mia voce alla protesta contro quanto dichiarato pubblicamente del Consigliere Provinciale Nicolik riguardo ai piccioni della citta’ di Savona, inventandosi dei pericoli inesistenti di “malattie” che i piccioni trasmetterebbero agli umani. Ma questo pericolo non esiste. Come ha dichiarato di recente la dott.ssa Fosca de Vita, biologa di Milano esperta di questa specie: “Occorre scalzare la fama infondata dei colombi portatori di malattie, fama che si è venuta a creare e che è stata favorita da molte parti che contano e che ne hanno fatto un business, forti del fatto che nessuno conosce i colombi e può contestare quanto da loro asserito. La riabilitazione dei colombi sarà un lavoro lungo, ma è l’unico che favorirà la fiducia dei cittadini che li amano nelle amministrazioni comunali e la loro collaborazione alla gestione della specie”. Chiedo che il Comune di Savona prenda le distanze da questa posizione fondata sull’ignoranza dei fatti, e che venga adottata una politica di convivenza con i piccioni non cruenta, e che vengano eliminate tutte quelle protezioni pericolose attualmente in uso (quelle in metallo).
Distinti saluti,
Marina Berati

Egregi Signori
E’ vero, gli escrementi dei piccioni non sono esteticamente belli a vedersi. E come geometra ed amante di edifici e monumenti storici mi duole vedere i Vostri capolavori sporchi. Ma non si risolvono i problemi affamando esseri viventi. Ne mettendo trappole in giro per la città che causano loro ferite anche gravi. Molti altri comuni hanno adottato sistemi che permettono una convivenza pacifica fra uomini e volatili. La presente, quindi, per chiedere al comune di Savona un cambio di rotta. I piccioni non portano malattie, né pestilenze. Sono sempre stati e saranno parte integrante delle nostre magnifiche città d’arte. Ve la immaginate una piazza senza!
Cordiali saluti
Giuseppe Colombo, Milano

Salve,
unisco anche la mia voce per protestare contro le affermazioni del Consigliere Nicolik relativamente ai piccioni di Savona. Auspico poi che anche la Vostra città possa finalmente attuare una politica di convivenza non cruenta con i piccioni, così come già avviene in molte altre città.
Saluti,
Mirko Sanna


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli