Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 14946 del 05 Settembre 2007 delle ore 11:15

Pallanuoto, Mistrangelo a segno contro l’Olanda

[thumb:1433:r]Savona. Pronto riscatto dell’Italia che batte l’Olanda 10 – 4 nella seconda giornata del torneo di qualificazione olimpica riservato al continente europeo, in svolgimento a Bratislava. Fra gli azzurri ci sono anche due atleti della Rari Nantes Savona: Rizzo e Mistrangelo, quest’ultimo andato a segno contro il team di Aantjes. Gli italiani hanno risposto alla sconfitta con il Montenegro (12 – 8) con una prova che trasmette fiducia in vista delle partite con la Slovenia e con la Grecia, quest’ultima probabilmente decisiva per l’accesso alle semifinali anche attraverso la migliore differenza reti. L’Italia ha sofferto il pressing olandese per i primi due tempi, chiusi su un modesto 4 – 2, ed ha allungato nella seconda parte di gioco. Ottima la difesa con l’uomo in meno, che non ha concesso reti nelle dieci occasioni in favore dell’Olanda; buono il meccanismo delle controfughe (tre centri) e il lavoro dei centroboa; ancora lenta, invece, l’azione in superiorità, spesso chiusa con frenesia (5 su 11). “Sono soddisfatto per la vittoria” sottolinea il c.t. Paolo Malara, “ma la squadra ha sofferto troppo nei primi due tempi la smaniosa aggressività dell’Olanda senza sfruttare gli spazi che ci concedeva e non è riuscita ad allungare ulteriormente subendo due goal evitabili nell’ultimo minuto del terzo tempo (dal 7 – 2 al 7 – 4)”. Il +6 permette agli azzurri di rendere positiva la differenza reti (+2): dato confortante in vista delle prossime partite. “Con la Slovenia attendo una vittoria più netta per migliorare ulteriormente la differenza reti e maggiore attenzione nella gestione del possesso palla” continua Malara, “poi aspettiamo il risultato di Montenegro – Grecia”. Possesso palla che nei primi due tempi l’Italia è riuscita a gestire con difficoltà, rispondendo con Bencivenga e Calcaterra (2 – 1) all’1 – 0 di Spijker nei primi otto minuti e con Giorgetti e Postiglione (4 – 2) al 2 – 2 segnato da Gerritse su un rigore decretato per un’interferenza di Fiorentini, espulso per gioco violento a metà secondo tempo. Più dinamica l’azione dell’Italia che nella seconda metà di gara approfitta di un inevitabile calo fisico dell’Olanda. Calcaterra, Mistrangelo e Di Costanzo portano il risultato sul 7 – 2 in appena tre minuti, ma negli ultimi secondi Lukas e Gerritse accorciano. Nel quarto tempo, con l’Olanda ormai sfinita, gli azzurri dilagano con una doppietta di Postiglione e una controfuga di Calcaterra che mercoledì, contro la Slovenia (ore 13), taglierà il prestigioso traguardo delle 400 presenze in nazionale.
Il tabellino:
Italia – Olanda 10 – 4
(parziali 2 – 1, 2 – 1, 3 – 2, 3 – 0)
Italia: Tempesti, Postiglione 3, Giorgetti 1, Buonocore, Scotti Galletta, Felugo, Mistrangelo 1, Rizzo, Bencivenga 1, Calcaterra 3, Di Costanzo 1, Fiorentini, Violetti. Allenatore: Malara.
Olanda: Nolting, De Bruijn, Krames, Gerritse 2, Goddermaker, Lukas 1, Siewens, Van Eck, K. Verweij, Spijker 1, P. Verweij, Hougland, Nederlof. Allenatore: Aantjes.
Arbitri: Bohat (Svk) e Stojkovic (Mcd).
Superiorità numeriche: Italia 5 / 11, Olanda 0 / 10.
Espulsi: Fiorentini (I) a 4′ 38″ del secondo tempo per gioco violento. Nessuno uscito per limite di falli.
I risultati della seconda giornata:
gruppo A
Francia – Russia 8 – 14
Macedonia – Slovacchia 10 – 8
Romania – Germania 7 – 10
Classifica: Germania e Russia 6, Romania e Macedonia 3, Slovacchia e Francia 0.
gruppo B
Montenegro-Slovenia 19 – 4
Italia-Olanda 10 – 4
Classifica: Montenegro 6, Grecia e Italia 3, Olanda e Slovenia 0.
Le partite di oggi:
gruppo A
Russia – Romania
Germania – Macedonia
Slovacchia – Francia
gruppo B
Montenegro – Grecia
Slovenia – Olanda


» Christian Galfrè

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli