Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 14982 del 06 Settembre 2007 delle ore 09:55

Alassio Cento Libri: riconoscimento al critico letterario Marc Fumaroli

Venerdì 7 settembre, ad Alassio, si alzerà il sipario sulla tre giorni letteraria di Alassio Centolibri – Un Autore ed un Editore per l’Europa. L’iniziativa, promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Alassio, prevede l’assegnazione di due premi nazionali Un Autore per l’Europa e Un Editore per l’Europa, a cui da quest’anno si è aggiunto il Riconoscimento Alassio Internazionale, che premia una personalità del mondo letterario, riconosciuta a livello europeo. A dare il via alla manifestazione sarà la cerimonia di consegna del Riconoscimento Alassio Internazionale che è stato assegnato al Prof Marc Fumaroli. L’iniziativa si svolgerà alle ore 21.00, nell’Auditorium della Civica Biblioteca “R. Deaglio”. Alla premiazione interverranno lo stesso Prof. Fumaroli, il Prof. Giovanni Bogliolo, Magnifico Rettore dell’Università di Urbino, Ernesto Ferrero, direttore della Fiera Internazionale del Libro di Torino e Paolo Mauri, responsabile delle pagine culturali de La Repubblica. Critico letterario e storico della cultura, Marc Fumaroli è uno dei più noti e prestigiosi intellettuali europei. Il premio gli è stato assegnato con la seguente motivazione: Per le sue magistrali indagini critiche e storiografiche sulle radici della grande cultura letteraria e artistica, in Europa e in Italia. Membro dell’Académie française dal 1995, Marc Fumaroli è professore onorario al Collège de France, dove ha ricoperto dal 1986 la cattedra di “Retorica e Società in Europa nel XVI e XVII secolo”. È  visiting Professor e conferenziere in numerose università dell’Europa e degli Stati Uniti. Scrive regolarmente per “Le Monde” e “Le Figaro”. Marc Fumaroli è uno dei maggiori studiosi della cultura francese ed europea tra Rinascimento ed Illuminismo, cui ha dedicato saggi fondamentali, come L’Âge de l’éloquence (1980/1994), Héros et orateurs (1990), La diplomatie de l’esprit, de Montaigne à La Fontaine (1994), Le poète et le roi. Jean de La Fontaine en son siècle (1997). Ha ricostruito la cultura figurativa del XVII secolo in L’École du silence (1994), e la civiltà della conversazione in Trois institutions littéraires (1995). Grande studioso della retorica del Seicento, Fumaroli è tra gli artefici della rinascita del prestigio della retorica nella cultura contemporanea, ed è ideatore e curatore della monumentale Histoire de la rhétorique dans l’Europe moderne 1450-1950 (2000). Tra i suoi volumi più recenti vi è un vasto studio su La Querelle des Anciens et des Modernes (2001), la disputa nata durante il regno di Luigi XIV tra “gli intellettuali che vedevano chiudersi con lui l’era classica, e quelli che invece consideravano il monarca illuminato l’iniziatore di un nuovo ciclo epocale”. Nello studio di Fumaroli la “querelle” è il punto di partenza per indagare i complessi rapporti tra Antichi e Moderni nella civiltà europea. Molti dei suoi libri sono stati tradotti in Italia da Adelphi: Lo Stato culturale. Una religione moderna (1993); La scuola del silenzio. Il senso delle immagini nel XVII secolo (1995); Il salotto, l’accademia, la lingua. Tre istituzioni letterarie (2001), L’età dell’eloquenza. Retorica e res literaria dal Rinascimento alle soglie dell’epoca classica (2002), Le api e i ragni. La disputa degli antichi e dei moderni (2005). Sabato 8 settembre, Alassio Centolibri si sposta in Piazza Partigiani, dove alle ore 18.00, si svolgerà la cerimonia di conferimento del Premio Alassio Centolibri – Un Editore per l’Europa. La Giuria presieduta da Giuliano Vigini e composta da Alberto Cadioli, Ernesto Ferrero, Annamaria Gandini e Armando Torno ha assegnato all’unanimità la nona edizione del premio alla casa  editrice Sellerio.
Alla cerimonia di premiazione interverrà un rappresentante della casa editrice che sarà intervistato dal prof. Giuliano Vigini. Alle ore 18.30, sul palco di Alassio Centolibri salirà Marcello Fois vincitore della tredicesima edizione del Premio Un Autore per l’Europa. Il Premio letterario, istituito nel 1995 dal Comune di Alassio, è nato con l’intento di sostenere e promuovere i rapporti culturali con le nazioni europee. La giuria, presieduta dal Prof. Giovanni Bogliolo, è costituita da una commissione di otto professori Italianisti presso altrettante Università straniere in Europa e da una commissione tecnica formata da dodici componenti scelti tra critici letterari, insegnanti, lettori. Marcello Fois ha meritato il prestigioso riconoscimento per  Memoria del vuoto (Eiunaudi 2006), opera che si è aggiudicata nell’ultimo anno il premio Grinzane Cavour 2007 e il premio Volponi. La conduzione della manifestazione è affidata anche quest’anno a Gerry Scotti. Ospite dell’iniziativa sarà l’attrice Monica Guerritore che leggerà alcuni brani tratti dall’opera premiata. La tre giorni letteraria si chiuderà, Domenica 9 settembre, alle ore 21.00, nell’Auditorium della Biblioteca “R. Deaglio” con la tavola rotonda dedicata a Calvino. Gli italianisti componenti la giuria del premio faranno una rilettura critica dell’opera Il Sentiero dei nidi di ragno. Si tratta di un nuovo tassello di quell’indagine sulla letteratura ligure dell’ottocento e novecento che, con cadenza annuale, i giurati stranieri del Premio sono chiamati a condurre. Coordinerà l’incontro il Prof. Giovanni Bogliolo.
 


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli