Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 15051 del 07 Settembre 2007 delle ore 13:28

Savona, clochard deceduto nel parco del San Paolo: si attende l’autopsia

[thumb:94:r]Savona. Saranno i risultati dell’autopsia a fornire una spiegazione del decesso di Remo Suxeniac, il clochard ucraino di 42 anni trovato privo di vita all’interno del parco dell’ospedale San Paolo di Savona. Il cadavere, nel tardo pomeriggio di ieri, era stato notato da due pazienti ricoverati nel nosocomio che stavano facendo una passeggiata alle spalle del padiglione Astengo. Secondo un primo esame medico, il decesso risalirebbe a due o tre giorni fa. L’ipotesi più accreditata è quella della morte per cause naturali, ma il medico legale non ha escluso “l’asfissia o il soffocamento”. Sarà l’esame autoptico disposto dal sostituto procuratore Ubaldo Pelosi, che verrà eseguito questo pomeriggio presso l’Istituto di medicina legale di Genova, a dare risposte precise ai dubbi. Il vagabondo ucraino con sé non aveva documenti. Sono stati gli agenti di polizia, arrivati sul luogo del ritrovamento del cadavere, a riconoscere l’identità di Suxeniac, riconoscendolo come uno dei barboni che abitualmente frequentano piazza del Popolo. La presenza del clochard nella città di Savona è segnalata dal maggio del 2007. Lo scorso 30 agosto l’uomo era stato ricoverato al San Paolo per etilismo, ma era stato presto dimesso.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli