Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 15118 del 10 Settembre 2007 delle ore 08:54

Considerazioni di Valdiserra e Ciccardi sul riassetto della sanità savonese

La lunga pausa estiva ha portato novità nel panorama sindacale della provincia di Savona, una di queste è la scelta compiuta dall’intero gruppo dei dirigenti della FIALS, che hanno deciso di continuare la loro attività sindacale a sostegno dei bisogni e delle istanze dei lavoratori della Sanità, unendosi nelle fila della U.I.L. – Federazione Poteri Locali di Savona. Ed è con questa veste che oggi esprimiamo alcune considerazioni sulle questioni che riguardano il futuro della sanità della provincia di Savona e della loro ricaduta sui lavoratori.
L’incertezza sui possibili nuovi assetti direzionali e gestionali che dovrebbero interessare sia la ASL 2 che l’Azienda Ospedaliera Santa Corona, sta provocando una nutrita serie di “distrazioni” e inefficace osservanza di regole e accordi.
A questa situazione si aggiungono dichiarazioni e comunicati di altri soggetti che, non sufficientemente attenti, nell’affrontare in maniera costruttiva ed utile, le attuali complesse e delicate fasi di “travaglio istituzionale”e politico, rischiano di agevolare alcune scelte regionali che da noi erano e sono non condivise e avverso le quali ci stiamo impegnando.
Non ci paiono favorevoli le dichiarazioni di chi, sicuramente in buona fede, denuncia le carenze strutturali del pronto soccorso dell’Ospedale di Cairo Montenotte, perché tali considerazioni potrebbero “agevolare” quelle “voglie” di ridimensionare quella struttura, la UIL FPL di Savona ha una visione propositiva su questo e su altri argomenti, per cui preferisce argomentare le criticità con progetti e proposte, producendo così un confronto politico e produttivo con le diverse controparti .
Altrettanto poco utili, per i lavoratori, ci paiono quei volantini in cui si affrontano tematiche sicuramente esistenti, benché un po’ troppo mirate ed ad personam; tematiche che devono trovare certamente le loro soluzioni, comunicati che però non entrano nel merito di “come e cosa fare” rispetto ad una grave e preoccupante fase di caos dirigenziale, in cui versano le strutture sanitarie in provincia di Savona.
Per quanto ci riguarda, certamente non tralasciando alcuna delle questioni di interesse specifico, vogliamo impegnarci in un serrato confronto, e se sarà necessario anche scontro, con tutti quei soggetti che, oggi, stanno ridisegnando il futuro della sanità sia a livello provinciale che regionale.

Silvio Valdiserra
Daniele Ciccardi
U.I.L. – F.P.L. Savona


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli