Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 15219 del 12 Settembre 2007 delle ore 12:19

Banda dell’usura: caccia al capo dell’organizzazione

Albenga. E’ ancora ricercato il capo dell’organizzazione di usurai che operava in tutto il ponente ligure smantellata dai carabinieri nei giorni scorsi. E’ il commerciante Michele ”Romano” Cetriolo, 49 anni, residente ad Albenga, in zona San Fedele, al momento latitante, il vertice della piramide dell’usura che infilava nella rete persone vittime degli usurai, che a loro volta diventavano “aguzzini” per saldare i propri debiti, con interessi che arrivavano anche al 130%, arrivando a minacce verbali e non solo. Cinque le persone tratte in arresto, diciassette sono state denunciate alla Procura della Repubblica, oltre ad altre sei rimaste a piede libero in quanto il gip Emilio Fois non ha ritenuto sussistere gli estremi per la custodia cautelare in carcere o agli arresti domiciliari, nonostante la presenza elementi probatori sulla partecipazione in quella che è stata considerata dagli inquirenti una vera e propria organizzazione piramidale dell’usura. L’indagine, coordinata dal sostituto procuratore Alberto Landolfi, era partita dalla morte di Mauro Baglietto, ex titolare della macelleria di Via Matteotti a Borgio Verezzi, suicida proprio per la morsa dei debiti contratti con la banda di usurai, che lo hanno spinto a togliersi la vita nella sua macelleria. Una morte su cui uno degli arrestati, Bruno Piave,  potrebbe aver avuto il ruolo di istigatore.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli