Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 15293 del 14 Settembre 2007 delle ore 08:00

Grandi opere: investimenti per 61 mld in 13 anni per il Nord-Ovest

La realizzazione delle grandi infrastrutture comporterà investimenti per 61 miliardi di lire nei prossimi 13 anni in Piemonte, Liguria e Lombardia. Ma non costruirle comporterebbe una ricaduta negativa per tutta l’economia. E’ il tema che verrà approfondito, domani a Torino, in un seminario organizzato dal comitato promotore della Fondazione delle province del Nord Ovest. Tra le opere in questione l’alta capacità/velocità ferroviaria, il potenziamento dei porti liguri, la quarta corsia della tangenziale di Torino, l’interporto di Novara, le tangenziali est di Milano e Torino. A discutere saranno i presidenti delle Province di Torino, Genova e Novara, della Deputazione di Barcellona e del Dipartimento di Lione, mentre gli assessori regionali ai Trasporti di Piemonte, Lombardia e Liguria si confronteranno con i vertici di IntesaSanpaolo e Unicredit. “Intendiamo – afferma Antonio Saitta, presidente di turno del Comitato delle Province del Nord-Ovest – contribuire concretamente al dibattito sulle opere strategiche, rimarcando non solo le opportunità di sviluppo per i territori della macroregione che amministriamo, ma soprattutto le ricadute delle mancate realizzazioni, i costi a carico della collettività e del tessuto produttivo. Le infrastrutture programmate – fa osservare ancora Saitta – non sono tutte interamente finanziate: dobbiamo conoscere i rischi del mancato completamento dei programmi e quale economia potrebbe muovere il programma, se interamente realizzato. Credo – conclude Saitta – che il governo non potrà trascurare il Nord Ovest”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli