Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 15350 del 15 Settembre 2007 delle ore 16:32

Vado, piattaforma: Rifondazione pronta alle urne

Vado Ligure. In relazione all’articolo apparso sul Secolo XIX di Savona del 14-09-2007 e alle dichiarazioni del Sindaco Giacobbe, la segretaria vadese di Rifondazione Comunista interviene sull’attuale fase politica della giunta comunale di Vado Ligure, in cerca di una maggioranza in consiglio sull’iter di realizzazione della piattaforma container. Altrimenti sarà crisi definitiva, ha detto Giacobbe. “Noi riteniamo una cosa seria il dialogo anche con altre forze politiche, in questo caso riteniamo giuste l’opposizione dei tre assessori dimissionari sul progetto Mearks e ci auguriamo che dopo la prove di dialogo con il Sindaco anch’egli si renda conto che senza maggioranza non si può governare e ed è per questo che se non si trova una soluzione al problema piattaforma (non bisognava farla già dall’inizio) – sottolinea la nota del segretario cittadino Simone Falco, del Circolo xxv Aprile -. Oggi occorre cercare di avere vicino a casa il ” male minore” ed è per questo che Rifondazione Comunista vuole la consultazione popolare, unica posizione che può cercare di dare voce alla popolazione; noi come partito non ci scostiamo di una virgola e speriamo che altri che hanno fatto parte delle precedenti amministrazioni stiano sulle nostre posizioni – prosegue la nota -. Noi come partito siamo disposti se si andasse ad elezioni anticipate, ad iniziare la campagna elettorale, ma per un programma veritiero e che vada a beneficio della popolazione. I punti di un programma elettorale non lo devo certo spiegare io a certi “veterani” della politica…Noi avevamo fatto un programma nel 2004  che prima del 2009 verrà rivisto, ma che non ci farà tornare indietro di un passo. Noi ci auguriamo che l’Amministrazione Comunale lasci ritornare alle urne i cittadini, che sono quelli che devono decidere del loro bene, per vivere a Vado  Ligure, e noi saremo al fianco della popolazione per rappresentare non solo il nostro elettorato ma tutti quelli che ce lo chiederanno…”, conclude la nota.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli