Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 15367 del 17 Settembre 2007 delle ore 07:19

Savona, un fagiano a spasso in cortile

[image:4266:c:s=1]Si sta riaprendo la stagione venatoria, e non posso che esprimere con questa mia tutto l’apprezzamento per la misconosciuta e spesso calunniata categoria dei seguaci di Diana, il cui grande coraggio e l’utilità sociale sono incalcolabili.
Finalmente i pericolosi esseri pennuti, piumati e irsuti, portatori di sporcizia, devastazioni e malattie nelle nostre ubertose campagne, saranno sconfitti e tolti dalla circolazione.
In particolare, in questo periodo dell’anno qualche irresponsabile libera intere famiglie di fagiani, a scopo (si dice) riproduttivo, intento che, se attuato, causerebbe una vera e propria invasione di questi animali, che sono oltremodo dannosi e molesti. Se non altro per il rischi di inciamparvi dentro durante le passeggiate.
Infatti, non essendo questi abituati a essere liberi, ma cresciuti in cattività, si limitano a razzolare nei campi, spesso nei pressi degli esseri umani, dimostrando tutta la loro pericolosa audacia, e possono essere ben presto catturati, anche a mani nude, senza neppure bisogno di spargere becchime. Sia comunque gloria e coraggio ai temerari che osano affrontarli a viso aperto, armati solo di fucili, doppiette, archibugi, spingarde, colubrine, bazooka d’assalto e laser di precisione. Finora avevo notato questi animali temerari in questo periodo dell’anno (per poi rapidamente sparire) nelle campagne del quilianese. Ma ora, fattisi piu’ audaci, osano persino invadere le nostre operose città!
Ecco una foto a testimonianza, che mostra un bell’esemplare di maschio becchettare fiero(immagino per poco) su una tettoia di un cortile nel quartiere Fornaci, Savona.
A quando l’apertura della caccia alle galline?

Milena Debenedetti

[image:4265:c:s=1]


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli