Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 15517 del 19 Settembre 2007 delle ore 19:00

Laigueglia, treno travolge due panchine piazzate sulle rotaie

[thumb:1290:r]Laigueglia. Traffico ferroviario paralizzato per oltre un’ora sulla tratta Genova – Ventimiglia. Al passaggio in corrispondenza di Laigueglia, alle 13,15, il treno regionale proveniente da Sestri Levante e diretto a Ventimiglia ha trovato le rotaie ostacolate dalla presenza di due panchine, sottratte da ignoti dalla stazione laiguegliese e appunto “piazzate” sui binari. Il macchinista, notando l’impedimento sulla linea, ha attivato la frenata. La locomotiva non ha evitato l’impatto con le panchine, che sono andate in frantumi, ma per fortuna nessun passegero è rimasto ferito per i sussulti causati dalla brusca decelerazione. La velocità non elevata, l’ulteriore rallentamento del convoglio per la frenata e forse anche la posizione delle panchine hanno evitato che il treno deragliasse. Sul posto sono accorsi gli agenti della polizia ferroviaria di Albenga e quelli del commissariato di polizia di Alassio, che hanno avviato le prime indagini sull’episodio. I tecnici delle Ferrovie hanno ripristinato la linea rimuovendo quel che restava delle panchine ed il transito dei convogli è ripreso regolarmente poco dopo le 14. Gli investigatori che si stanno occupando del caso pensano che si sia trattato di un atto vandalico, in ogni caso di particolare gravità, forse compiuto da qualche gruppo di ragazzi. Un atto che per la sua sconsideratezza il vicequestore Gianfranco Crocco ha paragonato al lancio di sassi dal cavalcavia. I teppisti avrebbero sottratto le panchine dalla sala d’attesa della stazione e dal marciapiede antistante alla stazione e le avrebbero collocate sui binari senza pensare alle possibili, drammatiche, conseguenze del gesto. Nessuno però sembrerebbe poter fornire testimonianze utili, in quanto la stazione, considerati i rari treni che fermano a Laigueglia e la mancanza di biglietterie e altri servizi presidiati da personale, è solitamente deserta. I responsabili, se identificati, potrebbero essere chiamati a rispondere del reato di attentato alla sicurezza dei trasporti.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli