Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 15478 del 19 Settembre 2007 delle ore 10:03

Vado: il Comune lancia la campagna informativa sulla piattaforma

[thumb:4123:r:t=il Sindaco Giacobbe]Vado Ligure. Dopo l’attivazione dei “Punti d’incontro” tra Comune di Vado Ligure e cittadinanza, con un  calendario di appuntamenti quotidiani previsti sino al 25 settembre, ai fini di una più completa attività di comunicazione e informazione, l’amministrazione ha predisposto l’invio a tutti i  capifamiglia di un opuscolo che fornisce notizie utili sul progetto di sviluppo portuale e di  riqualificazione della fascia costiera di Vado Ligure. “Ciò – ha  sottolineato il  Sindaco Giacobbe – perché é un preciso dovere istituzionale informare correttamente i cittadini, così come è doveroso favorire la libertà di  espressione e di scelta da parte di ciascuno di loro”. L’opuscolo informativo che i cittadini vadesi riceveranno a casa nei prossimi giorni, e che potrà essere ritirato anche presso la sede comunale e in occasione dei prossimi “Punti d’incontro”, illustra in modo chiaro e schematico: il  progetto della piattaforma, sottolineandone gli aspetti tecnici , le valenze in termini occupazionali e le garanzie di sostenibilità ambientale; le opportunità per Vado e per i Vadesi, quali l’eliminazione del carbone, il nuovo casello autostradale, gli interventi urbanistici di  Vado Centro, Porto Vado e Zona  Gheia; la messa in sicurezza del torrente Segno e ulteriori azioni di riorganizzazione e ristrutturazione di edifici sul fronte mare. L’attività d’informazione mira a un costante coinvolgimento dei cittadini sui contenuti della bozza di Accordo; “in effetti – ha  continuato  il  Sindaco – sulla piattaforma sono state fatte campagne di disinformazione, con descrizioni apocalittiche del progetto, e esasperazioni per ciò che riguarda le sue conseguenze. Si tratta invece di fornire dati precisi e credibili perché ogni cittadino possa approfondire seriamente il complesso progetto di riqualificazione di una grande parte della città. Si tratta di un’operazione di trasparenza e di doverosa correttezza verso i nostri concittadini che devono poter valutare le proposte sul campo”.


» Felix Lammardo

6 commenti a “Vado: il Comune lancia la campagna informativa sulla piattaforma”
forteechiaro ha detto..
il 19 Settembre 2007 alle 10:55

Un detto dice : ” non c’e peggior sordo di chi non vuole sentire ” .
Io non sono d’accordo che i miei soldi ed i soldi dei cittadini di Vado Ligure vengano spesi cosi’-
” l’amministrazione ha predisposto l’invio a tutti i capifamiglia di un opuscolo che fornisce notizie utili sul progetto di sviluppo portuale e di riqualificazione della fascia costiera di Vado Ligure” .
Dovete convincerci a tutti i costi !!!!!
Nessuno vi ha chiesto di inviarci nessun opuscolo (di parte) informativo.
Le idee sul progetto portuale ce le siamo gia’ fatte (non grazie a voi….).
Noi vadesi vogliamo solo democraticamente decidere con delle consultazioni a scrutinio segreto cosa e’ meglio o no per noi (non per Giacobbe); e dimenticavo ,vogliamo anche poter decidere ,al piu’ presto,chi ci rappresentera’ come nuovo Sindaco (astenersi perditempo e veterani…. : ogni riferimento a Peluffo non e’ puramente casuale…). Questo solo chiediamo . Democrazia. E per favore,i soldi del comune non buttateli via a questo modo,non offendete + la nostra intelligenza . Siete comunque destinati a cedere il passo,almeno limitate i danni.

cazzillo ha detto..
il 19 Settembre 2007 alle 12:29

ps. per il referendum la domanda deve essere solo una:
volete la piattaforma? si no .

Bruno Pirastu ha detto..
il 19 Settembre 2007 alle 13:00

Non per farmi i fatti dei VAdesi ma .. sull’opuscolo sono riportati anche i pareri negativi ? Se così non fosse avrei dei dubbi sulla sua validità non solo politica ( da polis = città e non da pars = partiti) ma , forse , anche amministrativa.

LottaOlimpicaMMA ha detto..
il 21 Settembre 2007 alle 10:21

Non mi sembra difficile valutare un progetto di tale entità….

forteechiaro ha detto..
il 24 Settembre 2007 alle 21:40

Per rispondere a Bruno Pirastu : no non sono riportati i pareri negativi.
Ti diro’ di piu’ ,permettimi il tu confidenziale,
L’opuscolo distrubuito da gazebi itineranti per i vari quartieri e frazioni vadesi ,distribuiscono , e’ formato da una quindicina di pagine molto dalle illustrazioni perfettine dalle quali non traspare nulla di impattante per il territorio e per i vadesi,diro di piu’, si apre addirittura con una romantica illustrazione notturna del progetto della piattaforma,peccato che sia errato e chiunque abbia dimestichezza con la costa vadese e con i disegni del progetto della piattaforma si accorge di come questa sia stata drasticamente ridotta,quasi e’ piu’ grande il terminal della corsica ferriers. C’e’ di piu’,molto di piu’ il comune di Vado si prodiga ad illustrare il progetto del master plan annesso alla piattaforma ,peccato domenta di dire che i soldi per la costruzione del master plan non ci siano….. Si prodiga altresi’ nella lettura dei tarocchi ;snocciolando dati di questo genere riguardo l’occupazione : nel 2012 : 208 unita’ (58 personale amministrativo e 240 personale tecnico)e udite, udite : nel 2020 401 unita’ (65 amministrativi e 336 tecnici)….Solo una cosa e chiudo ,questa amministrazione sa che a vado non avra’ futuro (in qualunque modo finira’ la storia della piattaforma)e allora perche’ non smettere in bellezza scusandosi con i vadesi e smettendola di distribuire questo materiale disinformativo e tendenzioso ? Che brutte figure !! Fatevi un favore : andate in comune di Vado e fatevi dare questo opuscolo,mai come in questo caso troverete tanta disinformazione in sole 15 pagine.

antonio gianetto ha detto..
il 26 Settembre 2007 alle 14:50

Ormai siamo abituati alle campagne informative di amministatori, managers e imprenditori, questi continuano a credere che ancora esiste il popolo bue.
Alcuni, però, hanno cominciato a viaggiare alla velocità della luce e non è più possibile farli fessi!
A questo indirizzo c’ è la documentazione presentata per la valutazione d’ impatto ambientale presentata dalla Tirreno Power per l’ ampliamento:
http://www.dsa.minambiente.it/VIA/DettaglioProgetto.aspx?ID_Progetto=120
dato che si tratta di 48 pagine, dal PDF ” sintesi non tecnica ” ho estratto per Voi alcune foto, aggiungendone una:
http://antoniogianetto.googlepages.com/PuntodivistaTirrenoPower.pdf

CERCAarticoli