Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 15605 del 21 Settembre 2007 delle ore 15:34

Mozione di sfiducia a Burlando della CdL: “deve dimettersi”

[thumb:1687:r]Regione. Tutti i gruppi di opposizione in Regione: An, Udc, Lista Biasotti, Per la Liguria, Lega Nord e Forza Italia hanno presentato una formale mozione di sfiducia per chiedere le dimissioni del presidente della Giunta regionale, Claudio Burlando a seguito dell’episodio avvenuto domenica 16 settembre 2007 sulla A10 e che ha avuto per protagonista proprio il presidente. “Burlando, sulla base delle notizie giornalistiche – si legge nella mozione – con la sua guida contromano avrebbe arrecato gravissimi danni di immagine all’Istituzione regionale che lo rendono palesemente inadeguato a permanere nell’incarico ricoperto”.
“L’errore umano è sempre possibile – aggiungono i capigruppo Gianni Plinio (An), Nicola Abbundo (Udc), Sandro Biasotti (Per La Liguria), Francesco Buzzone (Lega Nord) e Luigi Morgillo (Forza Italia), sottoscrittori della mozione – ma, qualora le notizie giornalistiche dovessero risultare veritiere, il comportamento del presidente Burlando è gravemente censurabile, soprattutto perché messo in atto da chi ha la massima responsabilità del governo regionale”. I capigruppo affermano inoltre: “Le giustificazioni finora adotta da Burlando in realtà confermano i fatti, così come sono stati raccontati e non ne sminuiscono la loro straordinaria gravità“. Pertanto i gruppi d’opposizione chiedono a Burlando di rendere conto di quanto accaduto “nella sede istituzionale competente e cioè in Consiglio Regionale: ci sono uomini pubblici che hanno rassegnato le proprie dimissioni per molto meno”. Plinio, Abbundo, Biasotti e Buzzone e Morgillo si dicono certi “di interpretare, al di là delle logiche di schieramento, i sentimenti prevalenti dei liguri, a cominciare dalle molte migliaia di automobilisti multati, privati di patente e sanzionati senza pietà, soprattutto a Genova, per infrazioni assai meno gravi del Codice della strada”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli