Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 15654 del 22 Settembre 2007 delle ore 17:12

Finale, si conclude il Festival “Corpi Urbani”

Finale Ligure. Si concluderà domani, nel Rione Marina di Finale Ligure, il Festival internazionale di danza in paesaggi urbani “Corpi Urbani/Urban Bodies”. Dopo il debutto a Finalborgo della scorsa settimana e i giorni trascorsi a Genova, il Festival presenterà, a partire dalle 16, quattro spettacoli ad ingresso gratuito nelle vie e nelle piazze di Finalmarina. La filosofia del rassegna è quella di proporre un viaggio alla scoperta degli spazi urbani attraverso l’esperienza artistica della danza. Grazie ad un nuovo linguaggio del corpo, a movimenti flessibili e mutevoli e a soluzioni sceniche di particolare effetto, le sperimentazioni coreografiche del Festival arricchiscono gli spazi urbani di nuovi valori e punti di vista. Corpi Urbani è organizzato dall’Associazione Artu di Genova con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Liguria, della Provincia di Genova, del Comune di Genova, della Prefettura di Genova, dei Musei di Genova e del Comune di Finale Ligure.

Questo il programma:

Ore 16,00
Via Bolla, Finalmarina
Asier Zabaleta (Spagna) in “Intemperie”
Per il coreografo spagnolo Asier Zabaleta, in Intemperie, il pubblico diventa elemento di gioco. Danzatore della compagnia svizzera Alias e invitato a Corpi Urbani grazie al sostegno dell’Istituto Cervantes e del Governo Basco, Zabaleta in questo lavoro sembra vivere lo stato contraddittorio per cui “chi sa di essere osservato pretende di nascondersi tra le intemperie in uno spazio aperto”.

Ore 16,30
Piazza San Giovanni Battista, Finalmarina
Anton Lachky e Eulalia Ayguade Farro (Slovacchia/Spagna UK) in “Twice read”
“Twice read” è l’opera dello slovacco Anton Lachky e della spagnola Eulalia Ayguade Farro, danzatori del coreografo inglese Akram Khan. Si tratta di un atto in trasformazione. Ispirato originariamente all’istinto degli animali, oggi guarda a quello che i corpi dei danzatori dicono l’uno all’altro.

Ore 17,00
Via Colombo, Finalmarina
Compagnia Arearea (Italia) in “A rebours…”
In “A rebours.”, degli italiani Arearea, quattro personaggi dal sapore decadente sfuggono la natura e la vita, ritagliandosi uno spazio immerso nella civiltà ma estraneo ai suoi abitanti.

Ore 18,00
Fortezza di Castelfranco, Finalpia
Compagnia Il Posto e Marco Castelli Small Ensembre (Italia) in “Test”
Spettacolo site specific: un’insolita esperienza spaziale/corporea in un luogo particolare.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli