Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 15724 del 25 Settembre 2007 delle ore 08:26

Albenga, operazione antidroga dei carabinieri: cinque arresti

[thumb:4339:r]Albenga. Quattrocento grammi di cocaina, nascosti in due confezioni di cellophane. Ma anche 42 mila euro, frutto di una vasta attività di spaccio. E’ tutto finito sotto sequestro grazie al lavoro di indagine dei carabinieri della Compagnia di Albenga, coordinati dal capitano Sandro Colongo. L’operazione ha portato allo smantellamento di una piccola ma potente centrale di smercio della droga nel ponente ligure e nel comprensorio albenganese. I militari da alcune settimane seguivano tramite appostamenti un via vai di auto alquanto sospetto al casello autostradale di Albenga. Domenica pomeriggio sono entrati in azione ed hanno fermato un ventiquattrenne incensurato di Milano, S.F., proveniente da Genova, al volante della sua Fiat Bravo. Nel filtro dell’aria della vettura, ben nascosti, sono stati scoperti quattrocento grammi di cocaina, contenuti in due sacchetti. Gli uomini dell’Arma hanno quindi proseguito gli accertamenti risalendo all’identità di tre immigrati, referenti sul territorio per lo spaccio della cocaina. Ne hanno perquisito le abitazioni e sono saltati fuori ben 42 mila euro in contanti, provento delle attività illecite, e materiale per il taglio ed il confezionamento degli stupefacenti, sequestrati anche diversi telefoni cellulari utilizzati dall’organizzazione. Così, insieme al giovane milanese, sono finiti in manette tre marocchini: A.E., 19 anni, residente ad Albenga; M.E., 23 anni, residente ad Ortovero; e F.Z., 31 anni, residente ad Albenga. Agli arresti anche la convivente di quest’ultimo, E.S., 30 anni, romena. I cinque dovranno ora rispondere di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio. “L’operazione ha preso le mosse dall’individuazione di persone sospette che frequentavano il casello autostradale di Albenga – spiega il capitano Colongo – Abbiamo provveduto ad effettuare appositi accertamenti e ci siamo accorti che uno dei soggetti sospettati aveva precedenti specifici per spaccio si sostanze stupefacenti. Nell’ambito dei servizi mirati abbiamo poi fermato l’auto del ventiquattrenne milanese, incensurato, che si è mostrato subito molto nervoso di dronte ai controlli dei militari, infatti a bordo della vettura erano nascosti i quattrocento grammi di cocaina. Quindi abbiamo disposto le perquisizioni nelle abitazioni di alcuni extracomunitari residenti nella zona albenganese”.
[image:4340:c:s=1:t=La cocaina, i cellulari e i soldi sequestrati dai CC]
Un quantitativo di droga rilevante, quello sequestrato dagli uomini dell’Arma, in un’area che sembra essere sempre più interessata dal traffico di “polvere bianca”. “La novità in questo caso è costituita dal fatto che a capo dell’organizzazione vi erano extracomunitari, mentre l’italiano era soltanto un corrire” sottolinea il capitano Colongo. Di fatto l’inversione dell’ordine gerarchico solitamente vigente nelle bande dedite allo spaccio sul territorio rivierasco.
[image:4337:c:s=1:t=I soldi sequestrati]
[image:4338:c:s=1:t=La Fiat Bravo sequestrata]


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli