Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 15820 del 27 Settembre 2007 delle ore 09:07

Auto: senza valore commerciale, niente rimborso

Qualche giorno fa ho passato un paio di ore dal barbiere; aveva appena riaperto e la coda di zazzeruti era notevole. Fra le persone in attesa vi era anche un “liquidatore” delle assicurazioni. Chiacchierando ho appreso che la sua 500 di tanti anni fa non è iscritta nel registro delle auto d’epoca (qualcosetta non è originale), pertanto se ha un incidente non viene praticamente rimborsato.
Questo avviene perché le assicurazioni hanno la facoltà di rimborsare la cifra minore tra la riparazione ed il valore della vettura. Quindi se riparare costa 1000 euro e la vettura vecchia ma non antica è priva di un valore commerciale, il rimborso è pari a “zero”.
Ho sempre desiderato cercare sul mercato il mio vecchio adorato GT junior 1300 (o un suo fratellino), vorrei rimetterlo a posto e tornare ad utilizzarlo, ma pare che sarà poi indifeso. Come posso fare per evitare che una qualsiasi macchinetta moderna lo possa colpire con la certezza di farla franca?

lui la plume


» Redazione

1 commento a “Auto: senza valore commerciale, niente rimborso”
Bruno Pirastu ha detto..
il 27 Settembre 2007 alle 09:54

Non credo esista soluzione. La omologazione ” storica ” è un vero tormento, ho registrato una Gilera del 1970 e ne so qualcosa, basta un punto di colore sbagliato o un pezzo di motore non conforme per non essere iscritti. Ovviamente le Assicurazioni propongono soluzioni tipo Kasko ma il prezzo è talmente alto che praticamente nessuno lo fa. Se veramente la passione è forte si puo cercare nell’usato una vettura già omologata m che forse è la soluzione, anche se bisogna informarsi con l’assicurazione di quanto sarebbe l’eventuale rimborso.

CERCAarticoli