Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 15835 del 27 Settembre 2007 delle ore 12:40

Quiliano: consiglio comunale approva attuazione programma e bilancio finanziario

Quiliano. Nella seduta di ieri il Consiglio Comunale di Quiliano ha approvato lo stato d’attuazione dei programmi  e l’equilibrio finanziario di bilancio. L’analisi sullo stato d’attuazione dei programmi ha attestato che il Bilancio annuale di previsione e la relativa gestione, nonché la gestione dei residui permangono in equilibrio e che non sussistono debiti fuori bilancio. Lo stato di attuazione dei programmi è stato valutato rispetto alle previsioni del Bilancio dell’esercizio in corso mettendo in evidenza: gli accertamenti di entrata rispetto alle previsioni; gli impegni relativi alla spesa corrente; gli impegni relativi alla spesa in conto capitale; la gestione finanziaria – situazione – previsione. Il Tuel richiama gli Enti locali alla verifica del rispetto del mantenimento del pareggio di bilancio durante il corso della gestione e nel caso di variazioni di bilancio, sia per quanto riguarda la copertura delle spese correnti, sia per il finanziamento delle spese in conto capitale, la stessa norma stabilisce che l’organo consiliare provveda, con delibera, ad effettuare la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi.
“L’Amministrazione comunale seppure tra le sempre maggiori difficoltà è stata impegnata a perseguire la ricerca di risorse, sulla parte investimenti, e a sperimentare nuove forme di servizi, sulla parte corrente, atte a garantire la possibilità di attuare la graduale ed equilibrata realizzazione degli Indirizzi di Governo e gli indirizzi previsionali del 2007, nei limiti di spesa programmati – afferma il sindaco di Quiliano Nicola Isetta -. Si evidenzia che nonostante le oggettive difficoltà in cui vivono le Autonomie Locali, l’attività amministrativa è continuata con regolarità secondo la programmazione prevista dagli indirizzi di Governo. Questo è un fatto importante e significativo, anche perché l’esperienza amministrativa di Quiliano è nata ed è stata gestita attraverso un governo amministrativa locale “partecipativo”. Il percorso che ha portato ad avviare una esperienza sperimentale di “Bilancio partecipativo” a Quiliano, nasce dall’attuazione di un progetto di governo partecipato, condiviso sia nella sua predisposizione e sia nella sua gestione”. Tale esperienza sperimentale era nata, nel 1999, dalla necessità di dare un nuovo impulso di partecipazione alla vita amministrativa della comunità Quilianese.
“Progetto” ed “Indirizzi di Governo” che al suo interno prevedono l’attuazione dl “Bilancio Partecipativo” con le seguenti modalità:
– Gruppo Allargato ( gruppo formato all’atto di predisposizione del progetto di governo, prima delle elezioni) quale riferimento per l’attuazione e la verifica del progetto attraverso incontri annuali sull’attuazione dei programmi delle annualità in corso e di previsione delle nuove annualità.
– Incontri annuali con i cittadini, dell’Amministrazione Comunale, sulle gestione delle risorse finanziarie di verifica dell’annualità in corso, di predisposizione previsionale dell’annualità successiva e di informazione sulle norme legislative che interessano la materia finanziaria delle Autonomie Locali. Gli incontri annuali vengono organizzati nei due centri cittadini e nei diversi centri montani di più limitati numero di abitanti.
– La “Conferenza dei Capi Gruppo quale strumento di approfondimento dell’analisi finanziaria del bilancio comunale nei suoi elementi fondamentali quali: Bilancio previsionale, Bilancio Consuntivo, verifica equilibri ecc. ecc..
– Il Consiglio Comunale e la Giunta Comunale ognuno secondo le rispettive responsabilità quali organi esecutivi delle scelte e delle analisi svolte lungo tutto il percorso.
“Esperienza questa, abbastanza anomala nel panorama savonese, ma che ci consente di costruire un governo locale con un metodo aperto trasparente che veda il coinvolgimento delle parti sociali e della cittadinanza, oltre la partecipazione prioritaria degli organi istituzionali competenti – conclude il sindaco Isetta -. Considerati i risultati è importante continuare con questo spirito del costruire e del fare, ricercando le più opportune sinergie per mantenere e qualificare la vita della nostra comunità e valorizzare il nostro territorio secondo gli indirizzi, su cui si è avuto il mandato dei cittadini”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli