Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 15896 del 28 Settembre 2007 delle ore 15:23

Provincia: respinto il ricorso al TAR contro il calendario venatorio

[thumb:680:r]Provincia. E’ stato respinto dal TAR il ricorso presentato da un’associazione ambientalista con la richiesta di sospensione del Calendario Venatorio Provinciale, restano quindi in vigore le disposizione varate dalla Provincia di Savona. E’ quanto deciso dal Tribunale amministrativo regionale nell’udienza che si è svolta ieri a Genova. Il TAR ha quindi riconosciuto pienamente legittime le disposizioni contenute nel Calendario Venatorio Provinciale con il solo spostamento della deroga anticipatoria della caccia al cinghiale dal 16 settembre al 1 ottobre 2007. “Dopo quello dell’anno scorso, ancora una volta, il tentativo strumentale della Lac (Lega Anti Caccia) ha dimostrato la propria inconsistenza. E’ il riconoscimento della correttezza tecnico-amministrativa dell’operato della Provincia di Savona ed una conferma, dell’equilibrio dell’indirizzo politico sulla materia perseguito dall’assessorato guidato da Carlo Scrivano”, si legge in una nota diramata dall’ente provinciale. Il Tar ha riconosciuto come  il calendario venatorio provinciale sia rispettoso della legge regionale vigente. L’assessore Scrivano ha così commentato: “sono contento perché è stato ristabilito il buon senso: in questi giorni abbiamo dovuto spiegare il perché di questo rimando che ha creato confusione e non è stato facile.  La scelta di anticipare la caccia ai cinghiali e ai caprioli non è stata assunta  per fare un piacere ai cacciatori ma anche, e soprattutto, per tutelare il mondo agricolo. Il calendario provinciale tiene conto di tutte le esigenze mantenendo un equilibrio tra mondo venatorio, agricolo e tutela ambientale. La Provincia ha fatto bene ciò che doveva fare pur essendo accusata ingiustamente”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli