Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16056 del 03 Ottobre 2007 delle ore 14:11

Osservatorio sul Turismo: lo start-up dell’STL

[thumb:3493:r]Savona. Mettere a sistema i diversi prodotti turistici, mare, spiaggia, entroterra, gastronomia, natura e cultura in progetti che possano trasformarsi in pacchetti turistici appetibili e competitivi, oltre a lavorare in vista di una forte azione di coordinamento tra soggetti pubblici e privati che punti ad una effettiva e sistematica destagionalizzazione dell’offerta turistica. Sono i punti discussi questa mattina nel corso della riunione dell’Osservatorio sul Turismo che si è svolta alla Camera di Commercio di Savona, che ha preso in esame le fasi di start-up del nuovo sistema turistico locale “Italian Riviera”: “abbiamo pensato di informare i soggetti coinvolti sulle linee guida del STL, l’importante è superare la fase di start-up e amalgamare il pubblico con il privato, anche in vista dell’autofinanziamento del sistema stesso, con investimenti coordinati sull’outodoor, l’enogastronomia, l’entrottera e un rilancio del turismo balneare che negli ultimi tempi ha sofferto troppo…”, afferma il segretario provinciale della Confesercenti di Savona Bruno Suetta, che lancia la sfida della destagionalizzazione sull’esempio dell’apertura invernale degli stabilimenti balneari: “credo che prima di tutto ci sia un problema culturale sui tempi e le modalità di considerare la stagione turistica in Riviera. Poi ci sono problematiche più di carattere amministrativo come le ordinanze dei comuni per la balneazione…: ritengo comunque che siano questioni superabili, anche se per vincere la sfida tutte le cittadine turistiche devono essere dinamiche e attive durante tutto l’arco dell’anno, riaggiornando i tempi del turismo…L’STL – prosegue Suetta - dovrà lavorare in questa direzione, nella creazione di una vera sinergia con tutto l’indotto turistico affinchè si possano travare gli stessi servizi che il turista trova durante il periodo estivo, con pacchetti magari più economici che possano attrarre visitatori dal Nord Europa: in questi giorni assistiamo, infatti, ad una cospicua presenza di tedeschi e soprattutto svizzeri, questo è già un segnale positivo che deve far bene sperare tutti gli operatori…”.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli