Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16099 del 04 Ottobre 2007 delle ore 16:29

Savona, buco Caritas Diocesana: chieste tre condanne

[thumb:2788:r]Savona. Due anni e otto mesi per Attilio Cotta, ex direttore della Caritas Diocesana, accusato di appropriazione indebita, e tre anni di reclusione per il figlio Sandro e Luca Reggio, accusati di ricettazione continuata. Sono le condanne richieste dal procuratore capo di Savona Vincenzo Scolastico nell’inchiesta sul buco della Caritas Diocesana. Il processo si riferisce ad episodi accaduti sette anni fa relativi ad un buco nelle casse della Caritas per circa cinquecentomila euro. Secondo il decreto di rinvio a giudizio, Cotta avrebbe stornato fondi Caritas alla Smesc di Vado, l’azienda di materiali da campeggio gestita dal figlio per ripianare i debiti contratti da quest’ultimo. Un’altra somma di denaro risulterebbe invece essere transitata dal fondo anti-usura, in aiuto all’imprenditore che, nel ’91, era rimasto gravemente ferito in un incidente stradale. Il processo riprendera’ con le repliche il 24 ottobre.


» Redazione

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli