Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16095 del 04 Ottobre 2007 delle ore 14:08

Savona: giornata del trekking urbano, alla scoperta della città segreta

[thumb:4386:r]Savona. Anche la città di Savona aderisce alla IV Giornata Nazionale del Trekking Urbano, iniziativa molto coinvolgente che permette di vivere la propria città in modo attivo camminando alla scoperta dei suoi luoghi inediti, all’insegna della cultura, dell’arte e dello sport. La Giornata Nazionale del Trekking Urbano è un’iniziativa lanciata dal Comune di Siena, che ha riscontrato nelle scorse edizioni un grande successo ed un notevole afflusso di partecipanti (80.000 nell’edizione 2006). Il Trekking Urbano é una forma di turismo sostenibile, molto libero e “vagabondo”, che permette di riscoprire il piacere dell’arte e della cultura camminando alla scoperta dei luoghi e dei monumenti meno noti, lontani dai tradizionali circuiti turistici. I trekkers, con una camminata veloce ma non eccessivamente faticosa, si avventurano lungo percorsi di diversa difficoltà e durata messi a punto da ogni città e adatti a tutte le età. Quest’anno sono  35 i capoluoghi di Provincia aderenti all’iniziativa: Siena, Ancona, Aosta, Arezzo, Ascoli Piceno, Bari, Biella, Bologna, Brescia, Campobasso, Chieti, Cosenza, Ferrara, Foggia, Forlì, Genova, Lucca, Macerata, Mantova, Massa, Messina, Pavia, Perugia, Pisa, Prato, Ravenna, Roma, Salerno, Savona, Tempio Pausania, Trento, Urbino, Verona, Viterbo.
A Savona l’iniziativa poterterà alla scoperta della “città segreta”…Il Priamàr sotterraneo sarà il lato nascosto che svelerà la città di Savona; un patrimonio unico  costituito da numerosi ambienti sottostanti la Fortezza eretti tra il 1542 e il 1943: le gallerie cinquecentesche, i camminamenti di collegamento del 1863, le piccole gallerie di contromina, i grandi vani sottostanti ai bastioni, le due cisterne e le gallerie di collegamento del “Maschio” e della “Cittadella”, le sortite che immettevano al mare o al fossato esterno e le grandi gallerie-rifugio antiaereo della seconda guerra mondiale. In prossimità dei percorsi di visita dei sotterranei si potrà inoltre visitare il complesso monumentale del “Brandale” e la Torre Leon Pancaldo con alle spalle il porto turistico della città. All’inizio del percorso, guidato da Rinaldo Massucco del Gruppo Speleologico Savonese,  saranno indicati la lunghezza, le difficoltà dell’itinerario e l’attrezzatura consigliata da portare con sé. Unitamente al depliant nazionale, a tutti i partecipanti verranno fornite una mappa ed una descrizione anche storica del percorso urbano, che sarà contrassegnato da una bandiera verde per il punto di partenza, una bandiera rossa per il punto d’arrivo, un occhio ad indicare i punti panoramici.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli