Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16154 del 05 ottobre 2007 delle ore 17:51

Riviera dei Teatri, Verrazzani: “Albenga ha bisogno del teatro”

[thumb:4392:r]Albenga. Dopo la fortunata mini rassegna, seguita ad anni di silenzio, “AlbengAteatro” curata lo scorso marzo dal noto attore albenganese Mario Mesiano unitamente all’associazione culturale “Teatro Ingaunia” e definita dal sindaco Antonello Tabbò “la prima pietra culturale per un definitivo rilancio del teatro in città“, Albenga rientra infine nei circuiti teatrali savonesi entrando a far parte della XI edizione de “La Riviera dei Teatri”, la rassegna promossa dalla provincia di Savona non a caso simbolicamente presentata questa mattina presso la sala degli stucchi del palazzo comunale della cittadina ingauna e alla quale hanno partecipato le amministrazioni comunali che ospiteranno i 42 spettacoli in cartellone, oltre alla novità del teatro per bambini: Alassio, Cairo Montenotte, Finale Ligure, Loano, Ortovero, Pietra Ligure e Quiliano. “Sono veramente contenta ed emozionata di questa giornata – dichiara ad IVG.it Giuseppina Verrazzani – perché veramente entrare a far parte della Riviera dei Teatri è raggiungere un traguardo. La rassegna del marzo scorso – spiega l’assessore ingauno al turismo, spettacoli e manifestazioni – è stato proprio anche un sondaggio per vedere la risposta del pubblico. Albenga ha bisogno del teatro, lo aveva in passato ma non l’ha più avuto per molti anni; è importante riprendere la tradizione perché molti albenganesi già partecipavano alla rassegna “La Riviera dei Teatri” andando nelle città vicine e quindi, a maggior ragione, è importante che Albenga stessa ne sia entrata a far parte. Io per prima sono una persona che ama il teatro e non a caso anche il liceo Giordano Bruno di Albenga dove insegno porta avanti da anni un notevole progetto teatrale. Credo – prosegue la  Verrazzani – che il teatro debba essere apprezzato fin dalla giovane età; la rassegna quest’anno prevede appunto spettacoli per i bambini la domenica pomeriggio e poi anche le scelte serali si sono rivolte ad artisti che hanno un certo appeal anche per i giovani come la Banda Osiris e Lella Costa, così come a un lavoro, diciamo, brillante cioè la rivisitazione da parte della Compagnia Kronoteatro di tre atti unici di Cechov”. “La Kronoteatro – precisa ad IVG.it l’assessore – cura anche la direzione artistica di questa rassegna ed è una realtà legata anche al mondo giovanile albenganese perché è una associazione culturale dove lavorano artisti professionisti di Genova insieme a ragazzi usciti dal nostro laboratorio [del liceo G. Bruno] che hanno intrapreso la carriera teatrale. Quindi questa loro partecipazione per la stagione vuole essere anche l’inizio di una presenza dell’educazione al teatro e si spera di poter realizzare dei laboratori teatrali; oltre agli spettacoli serali per tutte le persone che amano venire a teatro è in corso un progetto insieme ai servizi sociali per poter fare del teatro e della musica come mezzo per avvicinare i giovani alla cultura. Questo progetto – conclude l’assessore – si collega al recupero dell’ex cinema Astor: il 14 rientriamo in possesso di questa struttura che sarà adibita [già inizialmente] a cinema, a centro culturale, a laboratorio delle varie arti e quindi sarà poi la sede giusta, nei prossimi anni, anche per le rappresentazioni teatrali”.


» Fabrizio Pinna

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli