Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16144 del 05 ottobre 2007 delle ore 13:58

Si alza il sipario su “La Riviera dei Teatri”

[thumb:4393:r]Provincia. Il sipario sul circuito teatrale “La Riviera dei Teatri – Provincia di Savona” quest’anno si alza con lo slogan, “… a teatro a tutte le età”, un invito che sottolinea la novità più significativa della nuova stagione, ovvero la nascita di una sezione dedicata al teatro per i bambini. Otto comuni, 42 rappresentazioni per gli adulti e 26 spettacoli per i più piccoli: sono questi i numeri della stagione 2007/2008 della rassegna di promozione teatrale “La Riviera dei Teatri – Provincia di Savona” che per il pubblico adulto prenderà il via il 26 novembre 2007 e si chiuderà il 24 aprile 2008 e per i bambini offrirà spettacoli dal 15 novembre 2007 al 18 aprile 2008. Il progetto, promosso e coordinato dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Savona, vede coinvolte dal punto di vista finanziario e organizzativo le amministrazioni comunali di Alassio, Cairo Montenotte, Finale Ligure, Loano, Ortovero, Pietra Ligure e Quiliano, a cui, da quest’anno, si aggiunge Albenga, che torna ad essere protagonista del teatro savonese.
Il cartellone della stagione per gli adulti punta, ancora una volta, su tre elementi: la varietà delle proposte teatrali, che vanno incontro ai differenti gusti del pubblico, l’equilibrio tra grandi nomi e talenti emergenti, combinazione che sfrutta il traino dei primi per far conoscere al grande pubblico i secondi e l’utilizzo delle tante sale teatrali presenti sulla costa e nell’entroterra del ponente savonese, che permette di offrire un cartellone diffuso sul territorio e articolato sui tanti linguaggi teatrali e generi.
La nascita del nuovo circuito teatrale rivolto ai bambini, si propone, poi, di potenziare l’offerta culturale rivolta ai più piccoli, consentendo al pubblico più giovane un incontro ravvicinato con il mondo del teatro.
Si conferma con questa nuova iniziativa la volontà di lavorare insieme per realizzare un progetto teatrale di valenza pluriennale, che intende incrementare la presenza di spettacoli nella provincia di Savona e che si propone di preparare il pubblico di domani offrendo, oggi, occasioni di fruizione di spettacoli alle nuove generazioni.
Confermata, inoltre, l’iniziativa “La Riviera dei Teatri – Solidale”, che inaugurerà la nuova stagione del circuito teatrale con lo spettacolo “A forza di essere vento”. Il progetto teatrale e musicale dedicato a Fabrizio De Andrè sarà presentato a Loano, Lunedì 26 novembre p.v. La serata offrirà l’opportunità di raccogliere fondi destinati all’ADMO Sez. Daniele Traverso di Loano. La proposta teatrale del circuito provinciale sarà accompagnata, anche quest’anno, da una politica di agevolazioni che prevede sconti per chi sceglierà di abbonarsi a più di una rassegna. Nel cartellone si alterneranno spettacoli classici, musical, tragedie, commedie, monologhi comici e drammatici fino all’immancabile operetta e al balletto.

Ed ecco il programma presentato città per città.

Sono sei gli spettacoli scelti da Alassio. A dare il via alla stagione sarà il divertente musical Menopause TheMusical (9 dicembre) che avrà quali interpreti un cast d’eccezione: Marisa Laurito, Fiordaliso, Fioretta Mari e Manuela Metri. Dal musical si passerà, poi, all’intramontabile operetta scritta e musicata dalla mitica coppia Lombardo-Ranzato, Il paese dei campanelli (8 gennaio) interpretata dalla Compagnia Italiana Operette 2003. Il lago dei Cigni (21 gennaio), l’opera più famosa tra i capolavori del balletto classico, sarà in scena ad Alassio con l’allestimento proposto dalla Compagnia di Balletto Nazionale Croato. Il 31 gennaio il sipario si alzerà sulla tragedia di Otello, in una nuova lettura del testo shakespeariano interpretata da Sebastiano Lo Monaco.
La stagione proseguirà, poi, con un classico della commedia goldoniana I due gemelli veneziani (17 febbraio). In scena ci sarà uno degli attori più versatili e completi che oggi può vantare la scena italiana, Massimo Dapporto, che darà vita al paradosso di Zanetto e Tonino, e ai loro opposti caratteri. Sarà la commedia Il divo Garry (20 marzo) di Noel Coward a chiudere la stagione di Alassio. Nel ruolo da protagonista, che nella prima edizione fu dello stesso autore, ci sarà Gianfranco Jannuzzo, che farà rivivere uno dei personaggi più intensi della drammaturgia di Coward.
[image:4388:r:s=1:t=Lella Costa, interprete di “Alice – una meraviglia di paese]Albenga inaugurerà l’ingresso nel circuito teatrale de La Riviera dei Teatri con Superbanda (18 gennaio) spettacolo musicale della Banda Osiris, un mix di divertente e intelligente comicità di musica e di nuove e vecchie gags. Il 29 febbraio il teatro Ambra ospiterà Svenimenti, piece che raccoglie i tre “scherzi” (La domanda di matrimonio, L’orso e Tragico controvoglia) – di Anton Cechov. Lo spettacolo proposto dalla Compagnia Kronoteatro è un omaggio al grande regista Vsevolod Mejerchol’d, che nel 1933 metteva in scena uno spettacolo nato proprio dall’unione dei tre “Scherzi”. La rassegna teatrale di Albenga si chiuderà con Lella Costa, che diretta da Giorgio Gallione, sulle musiche di Stefano Bollani, sarà l’interprete di Alice – una meraviglia di paese (28 marzo).
Il cartellone di Cairo Montenotte spazierà tra commedie divertenti, drammaturgia contemporanea e operetta.
Indovina chi viene a cena (15 gennaio) aprirà la stagione. La commedia, resa indimenticabile dalla magistrale interpretazione cinematografica di Sidney Poitier, Katharine Hepburn e Spencer Tracy, sarà interpretata da Gianfranco D’Angelo e Ivana Monti. L’11 febbraio, Luigi De Filippo, con la sua comicità moderna ed intelligente, presenterà la commedia divertente e appassionante Quaranta ma non li dimostra di Peppino e Titina De Filippo. Una cerimonia tra teatro e spiritualità per riflettere insieme sulla dimensione sacra dell’esistenza è ciò che propone Esistenza soffio che ha fame (21 febbraio), spettacolo che vedrà quali interpreti Don Andrea Gallo e Carla Peirolero. Anna Mazzamauro, ospite della rassegna, il 4 marzo, con Signorina Silvani…signora, prego!! torna a vestire i panni dell’eterna segretaria vamp, il mitico personaggio di citazione fantozziana.
La vedova allegra (16 aprile), operetta di Victor Léon e Léo Stein, nell’edizione della Compagnia Operette Corrado Abbati, chiuderà l’appuntamento teatrale di Cairo Montenotte.
Come è ormai tradizione Finale Ligure ha scelto la drammaturgia contemporanea e il teatro musicale per la stagione 2007/2008. Sarà Mario Zucca a dare il via alla rassegna con I segreti dei poeti (12 gennaio) spettacolo che porterà sulla scena versi inediti di grandi autori quali Pascoli, D’Annunzio, Leopardi. Sulle vie del blues, in scena il 25 gennaio, è il racconto che due attori e quattro musicisti faranno di fatti e leggende che hanno contribuito a mitizzare gli uomini del blues. Sabato 9 febbraio, in un susseguirsi d’eventi e di comportamenti, a volte comici a volte drammatici, Pericolo di coppia analizzerà, sin dall’età della pietra, i rapporti tra uomo e donna, ovvero l’essere “coppia”. Luigi Maio, vestirà, nell’opera teatral-cameristica Un piccolo flauto magico (16 febbraio), i panni di Karl Ludwig Gieseke, attore contemporaneo di Mozart, che rivendicò la paternità del libretto del Flauto Magico. Il 23 febbraio, Luigi Marangoni, unico attore di The other side – Rimbaud & Jim Morrison, si farà maledetto, innamorato, vagabondo, asceta e clown, esprimendo i sentimenti e i pensieri dell’opera di Rimbaud e Jim Morrison. A chiudere la stagione di Finale Ligure sarà Vero West (28 marzo) spettacolo che affronterà un tema tipico di Shepard, il mito del West, e racconterà una storia di vero west contemporaneo.
[image:4389:r:s=1:t=Tosca protagonista in “Romana”]Loano conferma la scelta di spaziare tra i generi, mantenendo un forte legame con la tradizione teatrale e musicale italiana. Ad inaugurare la stagione sarà lo spettacolo de La Riviera dei Teatri Solidale A forza di essere vento (26 novembre) un omaggio al grande Fabrizio De Andrè che vedrà sulla scena alternarsi oltre cento artisti. La stagione proseguirà il 15 gennaio con Plaza Suite di Neil Simon, commedia ricca di invenzioni comiche e battute irresistibili. Protagonista sarà il grande mattatore Corrado Tedeschi, affiancato dalle bravissime Patrizia Loreti, Milly Falsini e da Ketty Roselli. Luigi De Filippo, autorevole rappresentante del teatro napoletano di grande tradizione, presenterà a Loano la nuova edizione di Quaranta, ma non li dimostra (12 febbraio), divertente e appassionata commedia di Peppino e Titina De Filippo. Ancora un padre fondatore del teatro napoletano sarà il protagonista dello spettacolo Io, Eduardo Scarpetta. Qui rido io, in programma il 28 febbraio. Peppe Barra, attore capace di coniugare la sapienza antica con gli umori del nostro tempo, darà corpo e voce alla storia di una passione, quella di Eduardo Scarpetta per il teatro. Il 12 marzo tornerà a Loano la Compagnia di Operette Corrado Abbati che presenterà una delle operette più rappresentate nel mondo la Principessa della Czarda. La stagione teatrale loanese si chiuderà con Romana (18 marzo) un omaggio di Tosca a Gabriella Ferri, un atto d’amore offerto a una delle più grandi voci di Roma.
Il Teatro Casone di Ortovero darà il via alla stagione teatrale con Bacci Mussu u cunta Romeo e Giulietta (14 dicembre), un racconto comico che vede quale interprete Mauro Pirovano, attore in grado di far divertire e appassionare il pubblico attraverso la lingua e il carattere ligure, alla maniera di Govi, e di proporre un modo nuovo di raccontare le grandi storie del mondo. L’11 gennaio, Lorenzo Costa e Federica Ruggero saranno gli interpreti, insieme a quattro musicisti di Sulle vie del blues, racconto di fatti e leggende che hanno contribuito a mitizzare gli uomini del blues. La stagione di Ortovero si chiuderà con il racconto teatrale Cuore ballerino (8 febbraio) un monologo scritto e interpretato da Massimo Ivaldo, voce di un testimone ancora un po’ immaturo, che si scopre, nella costruzione del rapporto con l’altro sesso, a misurarsi con il suo egocentrismo, il suo esibizionismo, il suo maschilismo.
[image:4387:r:s=1:t=Tullio Solenghi in “L’ultima radio”]Ad inaugurare la stagione teatrale di Pietra Ligure sarà la Torino Jazz Orchestra (3 gennaio), formazione jazz attiva da oltre vent’anni come Gianni Basso Big Band, gruppo fondato e diretto da una “leggenda” del jazz italiano. Il 26 gennaio sul palco del nuovo teatro pietrese salirà Nicoletta Braschi che, insieme a Enrico Ianniello e Tony Laudadio, sarà l’interprete di Il metodo Gronholm, una spietata commedia sulle moderne tecniche aziendali di selezione del personale. Musica e teatro saranno gli ingredienti dell’itinerario urbano che propone lo spettacolo Costruzione (19 febbraio), dove il clarinetto di Gabriele Mirabassi di volta in volta si mescola, sottolinea, interferisce, conduce il canto e la parola di Ugo Dighero e Barbara Casini. Fuori abbonamento, per l’appuntamento di Teatro OFF-ON, Mauro Monni, con Feltrinelli, una storia contro (27 febbraio), racconterà la storia italiana dal dopoguerra ai primi anni ’70 vista attraverso gli occhi di Giangiacomo Feltrinelli, fondatore dell’omonima casa editrice. Il 18 marzo, Marina Massironi e Antonio Catania presenteranno Non si paga! Non si paga! (18 marzo) commedia scritta e diretta da Dario Fo che nell’era dell’euro, racconterà le vicissitudini quotidiane dei consumatori, alle prese con le continue ed inesorabili altalene dei prezzi dei generi di prima necessità. Si tornerà poi al jazz con Dusko Goykovich & The Birth Of The Cool Today (27 marzo) che eseguirà un concerto dedicato all’esperienza storica del cool jazz. La stagione di Pietra Ligure si chiuderà con L’ultima radio (24 aprile) monologo brillante in cui Tullio Solenghi racconterà della radio, straordinario mezzo espressivo che ha segnato significativamente la sua carriera artistica.
Quiliano, quest’anno, propone nel Teatro Nuovo di Valleggia, sei appuntamenti con il teatro, spaziando tra drammaturgia contemporanea e musica. Suggerimenti per chi deve scegliere (1 febbraio) è lo spettacolo interpretato dalla Compagnia Salamandre che darà il via alla stagione. Il 9 febbraio il duo Giampaolo Bandini e Cesare Chiacchiaretta con Histoire du tango ripercorreranno le atmosfere di una Argentina musicale e passionale con una suite che racconta l’evoluzione del tango dalle sue radici popolari ad una dimensione di universalità. La rassegna proseguirà con lo spettacolo La strega (15 febbraio), un’avvincente storia, tratta dal romanzo La Chimera (Premio Strega 1990) di Sebastiano Vassalli, che racconta le fanatiche persecuzioni che hanno travagliato la nostra storia e la vicenda umana di una donna che viene esclusa e condannata dalla collettività, come capro espiatorio.
Il 7 marzo, Mario Pirovano con Johan Padan a la descoverta de le Americhe racconterà l’altra storia della scoperta delle Americhe, quella che Dario Fo ha voluto restituire facendo tesoro delle opere di scrittori come Guerrero, Altavilla, Cabeza de Vaca, Hans Staden.
La chitarra dei due mondi (14 marzo) è il titolo del concerto di Beppe Gambetta, miglior chitarrista di flatpicking d’Europa. Sua peculiare caratteristica di repertorio è il mélange multiculturale di tradizioni.
La stagione teatrale di Quiliano si chiuderà con il concerto Buena Suerte (12 aprile), progetto musicale di Armando Corsi, che riunisce l’esperienze di un cammino musicale molto vario che parte dall’esordio nelle osterie della Città Vecchia, fino ad arrivare ai grandi palchi condivisi con artisti di levatura internazionale.
[image:4392:c:s=1:t=la conferenza stampa della Riviera dei Teatri
nella sala comunale del Comune di Albenga]
Come anticipato la grande novità della rassegna 2007/2008 è la nascita di un nuovo circuito teatrale per i bambini e i ragazzi si propone di potenziare l’offerta culturale, consentendo al pubblico più giovane un incontro ravvicinato con il mondo del teatro. Il denominatore comune è l’entusiasmo e la passione per il teatro e la volontà di contagiare bambini e ragazzi. L’obiettivo prioritario dell’iniziativa è quello di educare i giovani ad apprezzare, comprendere e amare il teatro, un’idea che l’Assessorato alla Cultura della Provincia di Savona e le Amministrazioni Comunali di Alassio, Albenga, Finale Ligure, Loano, Ortovero, Pietra Ligure e Quiliano, hanno sposato in pieno, mettendo a disposizione risorse, progetti e attività. La Stagione di Teatro Ragazzi propone in tutto 26 spettacoli, in scena dal 15 novembre 2007 al 18 aprile 2008. La programmazione privilegia il fine settimana per consentire la fruizione degli spettacoli alle famiglie. Sono previste, inoltre, rappresentazioni che coinvolgeranno gli studenti della scuola media. Gli spettacoli compongono un dedalo di percorsi che hanno l’intento di alimentare la curiosità dei bambini e dei ragazzi e di trasmettere loro emozioni. Le linee generali di programmazione seguono l’idea di esplorare un’ampia panoramica di linguaggi e forme espressive: dal teatro d’attore al teatro di figura, dal teatro di narrazione al teatro d’animazione. Gli spettacoli in programma rappresentano l’opportunità di accostarsi e riflettere su alcune delle tante differenze che compongono la quotidianità: di genere, di cultura, di religione, di modi di vivere e di generazioni. Attraverso il linguaggio simbolico, proprio del teatro, la rassegna contribuisce alla costruzione di una cultura capace di accogliere e integrare le diversità. Il programma è, infatti, un invito al gioco e all’immaginazione, ma anche alla riflessione e all’approfondimento. Un teatro per le nuove generazioni, che afferma la sua specificità artistica e insieme sottolinea il suo impegno educativo e pedagogico. Preparare il pubblico di domani, offrendo oggi una importante vetrina di spettacoli, è uno degli obiettivi della nuova stagione di teatro ragazzi, un meraviglioso rito collettivo che diventa occasione di incontro e relazione.

Ecco il cartellone:

ALASSIO
Giovedì 15 novembre 2007, ore 18.00
Palalassio L. Ravizza
SCOOBY DOO LIVE ON STAGE
Family show di JIM MILLAN
Adattamento e regia di SALVATORE VIVINETTO
MAS Music, Arts and Show
Prima data in Liguria

Dopo il grande successo ottenuto in Inghilterra e negli Stati Uniti, dove lo spettacolo ha registrato il tutto esaurito, debutta in Italia il musical tratto dal celebre cartoon di Hanna e Barbera.
Dal vivo, Scooby, Shaggy, Velma, Daphne e Fred si destreggeranno in una nuova e avvincente avventura per risolvere un intrigante mistero in puro stile Scooby-Doo.
Il cartone con Scooby Doo fu trasmesso per la prima volta nel 1969 in America dalla CBS. L’idea venne ad Hanna e Barbera. Chiamato “Scooby- Doo, where are you?” avrebbe raccontato le avventure di quattro amici impegnati a risolvere misteri. Viaggiano a bordo di un pulmino, la celebre Mystery Machine, in compagnia del vero e proprio protagonista: il cane Scooby-Doo.

QUILIANO
Sabato 17 novembre 2007, ore 21,00
Teatro Nuovo Di Valleggia
IL CANTAFAVOLE
di e con Valentino Dragano
Kosmocomico Teatro (Milano)

Questo spettacolo è il frutto di una lunga ricerca sul lavoro dei cantastorie antichi, ri-proposti in chiave moderna per il pubblico dell’infanzia.
Luminarie circensi, tanti strumenti musicali, teli dipinti a quadri dalla pittrice Alessia Bussini per seguire le vicende narrate; un cantastorie che suona, recita, canta le fiabe della tradizione italiana e non, con l’aiuto di chitarre, sax, flauti, organetto e chincaglierie varie. Storie note e meno note, pescate qua e là tra le varie tradizioni orali.
Il tutto riscritto in musiche, rime e filastrocche originali, in ritmi serrati e dilatati, in momenti divertenti o più drammatici, da ridere o da ascoltare con attenzione.

QUILIANO
Sabato 1 dicembre 2007, ore 21,00
Teatro Nuovo Di Valleggia
PELLE D’ASINO
di e con Daniele Debernardi
Teatrino dell’Erba Matta (Spotorno)

Pelle d’Asino è una classica storia di cui molti conoscono il titolo ma pochi i contenuti. Lo spettacolo conduce in un affascinante mondo medioevale, popolato da Re potenti e pazzi, da cortigiani ruffiani ed affezionati e da un somaro fatato che ogni mattino, col levar del sole, riempie la sua lettiera non di sterco bensì di scudi d’oro e di zecchini.
Lo spettacolo è come definizione una giullarata perché è comico e scoppiettante di idee ed emozioni. La rabbia e l’ilarità si mescolano nell’arte giocolatoria ed affabulativa di chi, come unica risorsa nella vita, ha il potere di dire la verità. Il trono centrale del re (simbolo di potere incontrastato), è luogo di continua metamorfosi scenografica e i pupazzi, a grandezza naturale (manovrati a vista dal giullare), riempiono le scene che variano dalla lussuosa reggia in porpora damascata alla stalla grigia e semplice.
ALASSIO
Domenica 16 dicembre 2007, ore 16.00
Ex Chiesa Anglicana
Bottega del racconto…..
LA BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO
Con Compagnia I Senzatetto
regia Nello Simoncini

Lo spettacolo mette in scena il famoso racconto di Charles Perrault, che dal Seicento ad oggi ha ispirato drammaturghi e musicisti, coreografi e cineasti.
La storia di Perrault viene raccontata attingendo a forme fantasiose della tradizione teatrale italiana. Spesso i personaggi in scena mescolano elementi della commedia dell’arte con il teatro grottesco e con la commedia classica, riuscendo ad affascinare e stupire.
La romantica storia d’amore della principessa Aurora viene raccontata con divertita ironia.

ALASSIO
Domenica 13 gennaio 2008, ore 16,00
Ex Chiesa Anglicana
Bottega del racconto…..
LA CASA DI PINOCCHIO
Spettacolo e mostra
da Carlo Collodi
con Alessandro Gigli
Regia Alessandro Gigli, scene di Gianni Calosi e Fulvio Ferrari
Produzioni Terzo studio

La casa di Pinocchio è uno spettacolo di parola, dove l’incalzare del ritmo o le suggestioni collodiane possono vivere di per sè, ma dove ammiccando al pubblico si concede anche il superfluo. E’ uno spettacolo dove le immagini visive del gioco scenografico sono sufficienti a parlare ad ogni cuore bambino.
“La casa di Pinocchio” è una scatola ricca di sorprese, ante che si aprono, si chiudono, si ribaltano, teli che cadono, ruote che girano, con tanto di teatro dei burattini compreso.

QUILIANO
Sabato 19 gennaio 2008, ore 21,00
Teatro Nuovo Di Valleggia
UN MAIALINO TUTTO NERO
di e con Guido Castiglia
Nonsoloteatro (Pinerolo)

“Un maialino tutto nero” è un racconto divertente nato lavorando, in stretta collaborazione con i bambini di prima elementare, su un tema importante quale il “bullismo infantile”.
La storia di Piggi è la storia di tutti quei “maialini neri” che, pieni di vita e liberi da inibizioni, affrontano la vita come un’avventura continua.
Piggi è uno di quei maialini che ad un certo punto, senza accorgersene, si ritrova dall’altra parte, additato dai maialini rosa come uno di quelli sporchi e malvestiti, uno di quelli da prendere in giro.
Da aprile 2007 lo spettacolo è diventato anche un libro. “Un maialino tutto nero, ovvero storia di un bullo piccolo piccolo” è edito dalla Fondazione Alberto Colonnetti.

ALBENGA
Domenica 20 gennaio 2008, ore 16.00
Teatro Ambra
IL QUADERNO DI GIGI
di Davide Tolu,
con Ilaria Pardini
Scene e costumi di Tonja Pierallini
Regia di Marco Pasquinucci
Produzione Kronoteatro

“Il Quaderno di Gigi” è uno spettacolo che in modo divertente e accattivante avvicina i bambini al mondo del riciclo e della carta riciclata. Un evento a carattere didattico ed educativo pensato per piccoli spettatori e supportato da un vero testo teatrale, per raccontare il riciclo attraverso il linguaggio e i tempi del teatro.

PIETRA LIGURE
Martedì 22 gennaio 2008, ore 10,00
Cinema teatro Comunale
Scuola a teatro…..
IL RITORNO DEL BARONE DI MÃœNCHHAUSEN
Ispirato a ” Le avventure del Barone di Münchhausen ” di E. Raspe
Di Andrea De Manincor e Lorenzo Bassotto
Con Lorenzo Bassotto e Roberto Macchi
disegno luci : Alberto Costantini
Regia di Lorenzo Bassotto
Fondazione Aida – Verona

Le avventure del Barone di Münchhausen sono di quelle che rimangono nell’immaginario infantile, quando si ha la fortuna di leggerle o di farsele leggere fin da bambini.
Nella rilettura della Fondazione Aida il Barone di Münchhausen rivive in un luogo magico, un teatro abbandonato dove vengono evocate imprese fantastiche, lotte con vecchi tendaggi che si trasformano in belve inusitate: il Barone rivive per una notte affrontando battaglie con quinte e fondali di scena, trasformando carrucole in veicoli per volare sulla luna. Insomma, la magia di un Barone condottiero dei sogni torna a vivere proprio nel luogo dove i sogni ogni sera si infrangono e riecheggiano sull’assito, uno dei pochissimi luoghi dove la fantasia, dai tempi lontani del secolo che trasformò il mondo, può tornare ogni sera a rinnovare e imbellettare

QUILIANO
Venerdì 25 gennaio 2008, ore 21,00
Teatro Nuovo Di Valleggia
SOTTO I QUATTRO ANNI GRATIS
di e con Antonio Carletti
(dai 12 anni)

Sotto i quattro anni gratis è la storia di un viaggio. Il viaggio che gli ebrei erano costretti a fare da casa loro al campo di sterminio nazista. Per molti di loro un viaggio senza ritorno. Un viaggio che preannunciava, con immane crudeltà, a quale realtà di sofferenze sarebbero stati destinati. Un viaggio infernale per l’inferno.

ORTOVERO
Domenica 27 Gennaio 2008, ore 16.00
Teatro Casone
PINOCCHIO
Teatro d’attore – da 4 anni
con Santino Cara, Luciana Deiana, Maria Caputo, Franco Demichelis, Elisabetta Craviotto, Rosanna Bertuzzi, Rosanna Enrico, Rosita Sciallino, Maria Pittella, Paola Craviotto,Mara Mambrin, Claudio Gagliolo,
Regia Elisabetta Craviotto
Produzione Sciuscia e Colla

La favola di Collodi è nota: il burattino di legno, bugiardo e disubbidiente, grazie all’aiuto della Fata Turchina diventa, dopo tante peripezie e strani incontri, un bel bambino in carne ed ossa, per la gioia del suo babbo Geppetto.
La versione della Compagnia Sciuscia e Colla, basata sul libro di Elisabetta Craviotto “Pinocchio in rima”, presenta alcune variazioni teatrali, pur tenendo fede al testo originale. L’autrice, dopo aver selezionato gli episodi più importanti della storia di Collodi, li ha “cantati” in rima, adattando i dialoghi ai protagonisti. Costumi incredibili, scenografie mastodontiche e ben due grilli parlanti che conquisteranno il pubblico.

ALASSIO
Domenica 27 Gennaio 2008, ore 16,00
ex chiesa anglicana
CARNEVALE VALELAPENADIVENIRCI
Compagnia I Senzatetto
Regia Nello Simoncini

La Compagnia I Senzatetto mette in scena la vera storia del carnevale.. dall’origine delle maschere agli spettacoli dei giorni nostri.
Personaggi pedanti, brontoloni, stravaganti, scapestrati, pieni di astuzia e di coraggio, vivaci e scanzonati saranno i protagonisti di un’originale favola… Le maschere giocano in modo pungente ed ironico su civetterie, mordacità, pettegolezzi e spensieratezze.
Servi, Vecchi, Innamorati e Capitani ritornano a vivere avventure e passioni mantenendo viva la tradizione della commedia dell’arte.

LOANO
Martedì 29 gennaio 2008, ore 21,00
Cinema Teatro Loanese
Bottega del racconto…..
LA MIA SCENA è UN BOSCO
Di Emmanuele Luzzati
Fondazione Luzzati -Teatro della Tosse
con Alberto Bergamini, Enrica Campanati, Pietro Fabbri, Paolo Maria Pilosio, Michela Rapetta, Veronica Rocca
Regista Assistente Claudio Orlandini
Regia di Tonino Conte

Filastrocche, rime, poesie, storie e favole…. Non sono pochi i testi firmati da Emanuele Luzzati che girano il mondo in libri ed album…
La Mia Scena è un Bosco è però il suo unico testo teatrale, sviluppato su invito di Tonino Conte, a partire da un canovaccio pubblicato nel 1989 su “Hystrio” sulla sua “scena ideale”, o meglio il suo “teatro ideale”…
La Mia Scena è un Bosco non è una commedia, ma assomiglia molto a un libretto d’opera: nel bosco-scena infatti la musica regna sovrana, e i protagonisti sono i compositori più amati dall’autore – Mozart Rossini e Strawinskij soprattutto, ma anche Ravel e Liszt – immersi e smarriti in una scenografica foresta shakespeariana, dove alberi e sentieri altro non sono che mobili e usati, abitati da maschere e oggetti di cartapesta.

ALBENGA
Domenica 10 febbraio 2008, ore 16.00
Teatro Ambra
IL TRENO DEI DESIDERI
Canti racconti suoni e diavolerie per bimbi e genitori
con Ferruccio Filipazzi e Fabrizio Tarroni

La voce, la chitarra e il violino di Ferruccio Filipazzi e Fabrizio Tarroni proporranno canti, racconti, suoni e altre “diavolerie”.
Dal finestrino, con gli occhi spalancati, si potranno rivivere storie di bambini che camminano sempre con il naso all’insù, scoprendo che il cielo regala il volo degli uccelli, gli aeroplani e nuvole che giocano a trasformarsi… Alle fermate delle stazioni della fantasia sarà possibile ascoltare il rap del pesciolino Johnny, il blues del Capitano Squalo. Il treno farà sosta nel paese dei bambini che non vogliono mai andare a dormire e dove si canterà la filastrocca dei perché.

FINALE LIGURE
Domenica 10 febbraio 2008, ore 16,00
Salone Parrocchiale Teatro Angelicum – Finalpia
Bottega del racconto…..
LA SCATOLA DELLE EMOZIONI
Consulenza Oreste Castagna
In collaborazione con RaiSAT Ragazzi e
Federazione Italiana Scuole Materne
Regia Silvia Barbieri
Teatro Prova, Bergamo

In una stanza colorata, sospesa tra il qui e il là, abita il Custode: tra scaffali e ripiani conserva, archivia e sorveglia Scatole di ogni forma e colore, scrigni misteriosi e preziosi in cui sono racchiuse le emozioni dei bambini.
Alla magica formula “Apriti scrigno, mostra il tuo regno fammi conoscere la meraviglia…” la scatola si apre e l’emozione contenuta esce mostrando sempre nuove sorprese: un quadrifoglio, bolle di sapone, musica favolosa, grida e risate, mappe avventurose, creando sempre nuove atmosfere.

ORTOVERO
Domenica 17 Febbraio 2008, ore 16.00
Teatro Casone
LO DESTIN NON FU BEFFARDO NONOSTANTE LO PERIGLIO, OVVERO…
Teatro d’attore – da 4 anni
con Monica Alessio, Nello Simoncini, Mario Giudici, Tonino Pitasi, Raffaella Simoncini, Paolo Sanguineti.
Regia di Nello Simoncini
produzione I Senzatetto

E’ l’eterna storia di amori risate e bastonate che fa da motore al mondo di questo genere di spettacolo nel quale figurano, in un continuo cambiamento di situazioni, le maschere e gli altri personaggi della classica Commedia dell’Arte. Lo spettacolo ha anche valore didattico nell’avvicinare bambini e ragazzi al mondo dello spettacolo della tradizione italiana in un contesto di comicità che verrà riscoperta nella sua modernità.

ALASSIO
Domenica 24 febbraio 2008, ore 16.00
Ex Chiesa Anglicana
Bottega del racconto…..
PIPPl CALZELUNGHE
Spettacolo e mostra
una coproduzione Fondazione Aida e Glossa Teatro
con il patrocinio della Fondazione A. Lindgren
con Paolo Esposito, Rosella Terragnoli, Sabrina Carletti, Cristina Nadrah e Emanuela Camozzi
Regia Pino Costalunga e Marinella Rolfart

In occasione del centenario della nascita della maggiore scrittrice svedese di letteratura per ragazzi, Astrid Lindgree, Fondazione Aida porta in scena il suo personaggio più amato: Pippi Calzelunghe.
Lo spettacolo narra con occhi sbarazzini e spensierati, le vicende di Pippi, una bambina assolutamente fuori dagli schemi e dei suoi amici: una scimmietta dallo strano nome, il Signor Nilsson e un cavallo sistemato nella veranda.
Lo spettacolo si completa con una mostra che dal 23 al 28 febbraio 2008 sarà allestita nell’Ex Chiesa Anglicana. Si tratta di 60 quadri fotografici a colori, che illustrano la vita e i luoghi della scrittrice, un viaggio nel mondo della Lindgren in uno squarcio di Svezia che, come un filo rosso, lega tutta la sua produzione e che è presente in ogni riga dei suoi romanzi come un protagonista silenzioso e tenero.

QUILIANO
Sabato 1 marzo 2008, ore 21,00
Teatro Nuovo Di Valleggia
FAGIOLINO ASINO D’ORO
di e con Mauro Monticelli
Teatro del Drago (Ravenna)

E’ tipicamente uno show di arte varia, sia per l’impatto visivo, che richiama certamente ad un decadente circo ottocentesco, sia per la sgangherata struttura scenica e coreografica, di disorganizzati guitti ed artisti ambulanti.
La comicità ”semplice ed immediata” è uno degli elementi costanti che lega i tre differenti generi che scandiscono lo spettacolo: “il Teatro dei Burattini”, l’arte antica del “Cantastorie”, la ”Giocoleria” degli “artisti di strada”.
La fonte d’ispirazione per questa “maldestra” operina, è “l’Asino d’Oro” di Lucio Apuleio, amante della magia, abile oratore ed esperto scrittore, che disgraziatamente per lui, è inciampato nel teatrino dello Zambutèn, – “burbero e benefico” venditore, truffatore e spacciatore di unguenti e rimedi ciarlataneschi – e della sua “spalla”, Verruca.

ALASSIO
Domenica 2 marzo 2008, ore 16.00
Ex Chiesa Anglicana
Bottega del racconto…..
STORIE ETNICHE
di Silvia Barbieri e Oreste Castagna
con Oreste Castagna (dal Giornale del Fantabosco – La Melevisione, Rai 3)
Regia di Silvia Barbieri

Oreste Castagna si fa cantore di un viaggio che si rivolge soprattutto ai bambini – ma non solo – perché possano ancora sperare, crescere e dare un senso alla vita con l’amore. Le storie raccontate, in parte originali, in parte tratte dalla letteratura per l’infanzia, da leggende popolari, dai reportage sui diritti violati, trattano di alcuni valori fondanti il tema della pace.

PIETRA LIGURE
Giovedì 6 marzo 2008, ore 10,00
Cinema teatro Comunale
Scuola a teatro…..
FREAKCLOWN
con Stefano Locati e Alessandro Vallin

Dimenticatevi i nasi rossi, le scarpe lunghe, le bretelle, le parrucche colorate, la musica da circo. I freakclown sono due personaggi senza tempo, senza dignità, senza rete. Arrivano da parti differenti per incontrarsi nello spazio scenico, ognuno con il suo carico di nervosismo, sentimento, ironia e pazzia. I freakclown sono due personaggi che, come acrobati sul filo, sono in un continuo equilibrio. Da questo susseguirsi di mancate fughe prendono vita sguardi, lotte, balli, giochi, serenate. Sul palco si mescolano le arti circensi come la giocoleria, l’ equilibrismo e l’acrobatica con il teatro comico fatto di pantomima e commedia dell’arte.

ORTOVERO
Domenica 9 Marzo 2008 , ore 16.00
Teatro Casone
I TRE CUCCHIAI
con Massimiliano Caretta
scene Valentina Albino
costumi Valentina Albino
drammaturgia Antonio Tancredi
Regia Antonio Tancredi
Produzione Teatro del Piccione
Teatro d’attore, giocoleria – da 6 anni

Libero adattamento di un racconto della tradizione popolare yiddish, raccolto dalla penna di Isaac Bashevi Singer, uno degli autori che ha contribuito a serbare la cultura e la lingua di un mondo antico e vivace sradicato dalla barbarie nazista. Un mondo quasi fiabesco come quello raffigurato nei quadri di Chagall, in cui tutto può succedere: vacche che partoriscono uova d’argento e cucchiai che figliano cucchiaini da the. E se i cucchiai possono dar vita ad altri cucchiai allora …

FINALE LIGURE
Domenica 16 marzo 2008, ore 16,00
Salone Parrocchiale Teatro Angelicum – Finalpia
ERNESTO RODITORE, GUARDIANO DI PAROLE
Una produzione in collaborazione
con il Centro Studi Teatro Ragazzi “Gian Renzo Morteo”
di e con Guido Castiglia
musiche originali di Alberto Zoina
costume di Giampiero Capitani
oggetti scenici Franco da Tregnago
disegno luci Dana Forte
Regia Guido Castiglia

“Il piacere del leggere” è la poetica che costituisce la centralità intorno alla quale ruota l’intera struttura drammaturgica. Ernesto Roditore guardiano di parole è rimasto a difendere le parole scritte, parole d’inchiostro nero su carta ingiallita, parole sagge, buffe o tenere come una carezza. ”Da fuori” vogliono entrare per distruggere i libri, vogliono zipparli nella grande memoria del computer centrale e poi distruggerli, bruciare tutta quella carta ingombrante; ma il topo di biblioteca, il signor Ernesto Roditore, sa cosa deve fare: mangiare tutti i libri per poterli ancora raccontare.

ALBENGA
Domenica 16 marzo 2008, ore 16.00
Teatro Ambra
SCARAFAGGI (The Beatles)
di Andrea Benfante
con Andrea Benfante, Massimiliano Caretta, Manuela Lo Cascio
Produzione Teatro del Piccione

Lo spettacolo si ispira all’incredibile universo poetico dei Beatles che, da veri magici scarafaggi, conducono personaggi e pubblico dentro un favoloso mondo fatto di musica, racconti surreali, nonsense e giochi di parole per “spiccare il volo ed imparare ad esser liberi… come un merlo che canta alle prime luci dell’alba”.
LOANO
Domenica 30 Marzo 2008
Area Campo Solare – Gazebo Della Fantasia
Bottega del racconto…..
ore 15.00
DAME, SPADE, CAVALIERI Laboratorio di costruzione di oggetti – costumi e animazione danze della tradizione con musica dal vivo.

ore 16.30
FIABE PER SEMPRE Teatro d’attore e burattini

Lo spettacolo è un atto d’amore per la fiaba di tradizione popolare, un invito per grandi e piccini ad immergersi in questo mondo così indefinito e apparentemente lontano, ma che riesce ancora con forza a rappresentare esperienze umane profonde, da tutti condivise.
Lo spettacolo è costruito su due punti di forza contrastanti: da una parte un buffo narratore, con in capo l’idea di contagiare tutti con la passione per il racconto fiabesco; dall’altra un agguerrito e malvagio burattino, il Cavaliere Nero, che tenta ogni malefico inganno pur di piegare gli avvenimenti in suo favore.

ORTOVERO
Domenica 6 Aprile 2008 , ore 16.00
Teatro Casone
A PANCIA IN SU
Teatro d’attore – da 4 anni
con Paolo Piano e Simona Gambaro
scene Simona Panella e Davide Zanoletti
costumi Francesca Traverso
drammaturgia Simona Gambaro
regia Simona Gambaro e Francesca Traverso
produzione Teatro del Piccione

E’ ascoltando i pensieri della pancia che è nato questo spettacolo: quelli più liberi, come pesci che nuotano e si rincorrono, da un pensiero a un altro pensiero a un altro ancora. Tante piccole storie che raccontano il quotidiano attraverso le sue immagini fantastiche e raccontano il sogno attraverso la verità delle sue emozioni: storie di nere paure, di sottili vergogne, di domande curiose, di silenzi, di risate, di giochi, di vita vissuta e immaginata attraverso lo sguardo di un bambino.

LOANO
Domenica 13 aprile 2008, ore 16,00
Area Campo Solare – Gazebo della fantasia
Bottega del racconto…..
MUSICARE LA STRADA laboratorio-animazione
PATATRAC
di e con Moreno Raspanti e Cristina Glogowski

Un varietà musicale ricco di comicità e poesia, per tutte le età, con un interesse particolare rivolto ai bambini nell’intento di trasmettere l’amore per la musica in maniera non convenzionale, usando una vasta gamma di strumenti sia tradizionali che autocostruiti con barattoli, bambù, padelle, imbuti, tubi, cucchiai… Gag comiche e demenziali si susseguono a canzoni, filastrocche, balletti sincronizzati e un valzer suonato e ballato con strumenti dietro la schiena. Saranno distribuiti al pubblico diversi piccoli strumenti creati con oggetti riciclati per coinvolgerlo in una orchestrazione.

QUILIANO
Venerdi’ 18 aprile 2008, ore 21,00
Teatro Nuovo Di Valleggia
IL PARTIGIANO AMOS
di e con Elisabetta Salvatori
I Favolanti (Forte dei Marmi)
(dai 12 anni)

Raccontare, trasmettere e far rivivere è questo l’obiettivo dello spettacolo di e con Elisabetta Salvatori che nel suo racconto cerca di rappresentare le atmosfere, gli angoli, le scale dove canticchiando saliva e scendeva il partigiano Amos. Elisabetta Salvatori restituisce la memoria delle tante voci che le hanno raccontato la storia di Amos: da chi l’ha conosciuto, a chi ne ha custodito il ricordo pur non avendolo mai avvicinato. La narrazione conserva le emozioni della toccante e dolorosa vita di Amos.


» Redazione

2 commenti a “Si alza il sipario su “La Riviera dei Teatri””
lucky ha detto..
il 5 ottobre 2007 alle 14:43

<p>Ancora una volta la pseudo ammministrazione di Borgio Verezzi ha dimostrato la sua totale incompetenza in fatto di promozione turistica del territorio!!!<br />
Per quale motivo il comune di Borgio non aderisce alla “Riviera dei Teatri”, lasciando che il Teatro Gasmann cada in rovina??? E che non si venga a dire che è un’eredità dell’amministrazione Rembado!!!Anche il sindaco De Vincenzi si è trovato a gestire la patata bollente del cinema comunale la cui ristrutturazione era stata voluta dall’ex sindaco Accame, ma, nonostante tutto, sta riuscendo a valorizzarla e a svilupparla senza piangersi addosso!!!<br />
Ancora una volta l’arroganza del sig. Vadora ha prevalso sul buon senso, probabilmente perchè ha capito che la speculazione edilizia, che sta invadendo la nostra cittadina, è molto più redditizia che rifare le strade, i marciapiedi, le passeggiate a mare, e, perchè no, valorizzare un teatro che ad oggi è soltanto un costo, anche pesante, per il Comune di Borgio Verezzi!Vergogna!!!!

nonno ha detto..
il 6 ottobre 2007 alle 23:21

POlemiche a parte che si rincorrono ad libitum… suggerirei a sig. Sindaco o all’assessore competente di valorizzare ed istituire una rassegna teatrale nazionale RAGAZZI, sfruttando il nome che l’estivo teatro di Rembado ha lasciato ai posteri e che darebbe prestigio ad una rassegna invernale che certo alternativa ai grandi nomi dovrebbe essere. Borgio Verezzi famosa per il teatro (Rembado) estivo, e invernale con idonea e prestigiosa selezione nazionale ragazzi.
Eppoi largo ai giovani, che costan poco e non impegnano….
tanto le seconde o terze case, la mancanza di una vera agorà, il parcheggio ovunque estivo, i negozi sparsi a casaccio, col mare a 2 passi, difficilmente cambierà l’appeal reale del luogo. Conviene giocare sull’immaginario collettivo…. ai noi

CERCAarticoli