Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16147 del 05 Ottobre 2007 delle ore 15:25

Disagi per il film dei Buio Pesto: la risposta di Massimo Morini

Gentile Mad Max (nome di un film di azione, proprio come il nostro…),
chiediamo scusa per il disagio creato durante le riprese del nostro film, che non ha il pregio di essere un film di Hollywood, ma ha il pregio di DEVOLVERE IL RICAVATO IN BENEFICENZA, cosa che l’illustre Coppola non credo faccia sovente. Abbiamo scelto proprio quel giorno poichè il comune di Finale Ligure, uno dei tanti sponsor del nostro film, ci ha dato i permessi per girare poichè alle 19 avremmo ricevuto un premio sempre a Finalborgo proprio per la nostra attività benefica. Non ci saremmo mai aspettati migliaia di persone, che abbiamo dovuto pregare di essere pazienti e mettersi in determinate posizioni durante le riprese, e abbiamo avuto grandi difficoltà a gestire la logistica. Il tutto cercando di arrecare meno disturbo possibile, di lasciare ampi spazi tra una ripresa e l’altra e portando meno attrezzatura possibile per non ingombrare il centro storico. Il “cartello non affisso” non era compito nostro, ma comunque era evidente che si stava girando un film. Per cui: ci scusiamo per il disagio arrecato, ma è stato fatto a fin di bene, anche per portare il bellissimo scorcio di Finalborgo sul grande schermo e in televisione per tutta l’Italia.
La cosa che invece ci rammarica è il commento di jchnusa che è fuori luogo, infatti non segue la discussione, e che dimostra quanto non si ascoltino le parole di chi fa spettacolo. Ad ogni inizio concerto io pronuncio le seguenti parole: “i Buio Pesto scherzano su tutto e
su tutti e dicono tutte le parolacce esistenti nel dialetto ligure (come tutti i loro predecessori). Chi non vuole sentirle o è permaloso deve andarsene ora. Chi rimane non potrà poi protestare”. Per cui
questa discussione è fuori luogo. Chi non vuole vedere sangue scorrere e teste volare non deve andare al cinema a vedere un film horror, ma non può biasimare i 100.000 che ci vanno.

per i Buio Pesto
Massimo Morini


» Felix Lammardo

4 commenti a “Disagi per il film dei Buio Pesto: la risposta di Massimo Morini”
albi ha detto..
il 6 Ottobre 2007 alle 20:17

Gentile signor Morini, mi fa piacere sapere che si interessa a quello che pensa la gente, molti avrebbero fatto finta di niente. Non sapevo che le riprese fossero per un film il cui ricavato va in beneficenza, questa è una cosa bella che dovrebbe zittire tutti quelli che si lamentano….Ho avuto occasione di ascoltare i Buio Pesto alla 24h di mtb e posso confermare che la frase di inizio concerto è stata detta e che nessuno intorno a me si è indignato per le parolacce”cantate”.Vorrei solo dire che basta accendere la tv – dove paghiamo il canone – per ascoltare parolacce dette per di più in italiano…..Grazie per continuare a tener vivo il nostro dialetto ligure

Il Golosastro ha detto..
il 8 Ottobre 2007 alle 10:19

I Buio Pesto, ad oggi forse l’unico gruppo musicale dotato di sufficiente visibilità (peraltro guadagnata con impegno e professionalità!) che “promuova” il nostro dialetto..uno dei tanti nostri elementi di tradizione e cultura che rischia seriamente di scomparire.
Quindi grazie per il vostro lavoro:
Tutti ne dixeivan che o zeneize o l’ea morto,
tutti quanti no credeivan che l’aviescimo risorto,
vegi, donne, ommi e bambin dixan ancon belan, belin.
E pé voiatri chi cantemmo, oua scì che ghe semmo!
……..E continuate a fare tutto il possibile per restare!

Bruno Pirastu ha detto..
il 8 Ottobre 2007 alle 11:26

Condivido quanto detto a favore dei Buio Pesto. Forse è il caso di ricordare quando per girare spoot miliardari di una multinazionale venne chiusa al traffico nientedimeno che l’Aurelia nelle strettoie dopo Noli. Circa le parolacce non vedo il problema se si pensa alle canzoni popolari , in voga, di altre regioni , tra le quali la Lombardia con i Gufi e lo Svampa che di certo non censurano il parlar popolare che sembra dar fastidio a chi probabilmente nemmeno conosce il sottintesto di certe allocuzioni. Finiti i tempi del Marzari e du Sciu Ratella e del Parodi , come anche quello piu culturale di De Andrè ben vengano i Buio Pesto.

jchnusa ha detto..
il 11 Ottobre 2007 alle 01:06

sig.Massimo Morini ll mio commento non si riferiva alle eventuali parolacce ma alla stupidita del vostro offendere una nazione in modo del tutto gratuito mi spiego meglio: mi trovavo a savona con mia moglie che è cittadina francese trapiantata da 25 anni a savona e una compagnia di amici sempre francesi ho deciso di andare a vedere il vostro concerto che per buona parte delle pause (almeno sino a quando abbiamo assistito noi) era impostato su insulti gratuiti potrà capire lei stesso come ci si sente quando sei all’ estero e ti senti insultare da un palco e tanta gente attorno a te che ride degli insulti tanto che non ti osi parlare per evitare di farti riconoscere, allora mi spiegate dove stà la tradizione il dialetto, lo spettacolo, mi creda faccio fatica a capire certe ottusità che ho letto anche nei commenti alla sua,per me non ci sono problemi so che comunque non vi farò nessun dispiacere se non andrò ai vostri concerti che comunque apprezzo sentendo la vostra musica quando mi capita un vostro disco

saluti
jchnusa

CERCAarticoli