Tutte le notizie di: | archivio
Articolo n° 16237 del 09 Ottobre 2007 delle ore 09:09

Osiglia, Enpa contro la caccia ai cinghiali

Osiglia. Ancora proteste dell’Enpa contro la caccia ai cinghiali. Domenica scorsa ad Osiglia sono stati uccisi 54 esemplari, tra i quali diverse femmine gravide. “Le alte temperature estive hanno anticipato il ciclo riproduttivo di questi animali, mentre l’aspetto positivo è costituito dalla grande produzione di castagne e ghiande nei boschi, cibo primario per questi animali, che non hanno quindi necessità di devastare le coltivazioni alla ricerca di sostentamento” osservano i responsabili dell’Ente Nazionale Protezione Animali, che aggiungono: “Chiediamo alla Provincia e agli Ambiti di caccia di verificare attentamente le segnalazioni di danni pervenute in questi giorni e sospendere le battute cosiddette ‘eccezionali’ che, vista la frequenza ed il meccanismo troppo semplice ed automatico di autorizzazione, sono diventate assolutamente abituali”. “L’inizio della stagione venatoria – osservano gli animalisti – dovrebbe inoltre indurre gli organi di vigilanza ad intensificare i controlli nei ristoranti. La carne di cinghiale, venduta illecitamente sotto banco, è ormai un business milionario che occorre combattere efficacemente”. L’Enpa stigmatizza infine le incursioni dei cinghialisti di Albisola Superiore nelle aree protette della zona.


» Felix Lammardo

I commenti sono disabilitati.

CERCAarticoli